menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Enel Brindisi, allarme infortuni: in dubbio Moore, M'Baye, Goss e Cardillo contro Pesaro

Infermeria piena a due giorni (palla a due domenica alle ore 18,15) da una partita di grande importanza in ottica playoff. Il ds Marino: "Abbiamo bisogno del nostro pubblico"

BRINDISI – L’infermeria dell’Enel Brindisi è piena zeppa, a due giorni dal match casalingo contro la Consultinvest Pesaro (palla a due alle ore 18,15), valevole per la decima giornata di ritorno del massimo campionato.

Moore, grande protagonista della gara disputata domenica scorsa a Sassari, non si è allenato né ieri né oggi a causa di un trauma distorsivo. Domani si deciderà se il rookie sarà o no a disposizione di coach Sacchetti. Sono in dubbio anche: Goss, alle prese con un problema al ginocchio; M’Baye, che oggi non si è allenato; Cardillo, che domani si sottoporrà a una visita medica per valutare l’entità di un problema al ginocchio associato alla cosiddetta sindrome del saltatore. Sicura l’assenza di Donzelli, ai box ormai da settimane.

Peggio di così non poteva davvero andare alla vigilia di una partita di importanza cruciale in ottica playoff. A cinque giornate dalla fine del campionato, infatti, i biancazzurri, reduci dal ko di Sassari, non possono permettersi un passo falso contro l’ultima della classe. Ma lo stesso discorso vale anche per il roster di coach Spiro Leka, che con la sorprendente sconfitta casalinga rimediata contro Cremona (diretta rivale per la salvezza) si è complicato incredibilmente la vita.

Al di là degli infortuni, ad ogni modo, il direttore sportivo del sodalizio di contrada Masseriola, Tullio Marco Marino, si dice fiducioso. “Non c’è da essere allarmati. Stiamo passando – dichiara il ds nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’incontro – un periodo di forma importante. Spero che i quattro secondi finali di Sassari (quelli in cui Lacey ha trovato il canestro della vittoria, proprio a fil di sirena, ndr) non pesino poi così tanto. Anche perché prima di quei 4 secondi il nostro momento era positivo, visto che la squadra giocava bene e l’inserimento di Samuels (fuori dal gioco a Sassari, ndr) contro Avellino era stato ottimo”.

Marino si aspetta una “Pesaro agguerrita”. Perché “se le prossime cinque partite per noi saranno delle finali – spiega il ds – per loro lo saranno ancora di più”. Marino rimarca che i conteggi della classifica avulsa potrebbero essere decisivi per stabilire la griglia dei playoff, se si tiene conto che attualmente sono cinque le squadre in lotta per l’ottavo posto (Pistoia, Brindisi e Torino sono a quota 24 punti, fra la ottava e la decima posizione, seguite da Varese e Brescia, a quota 22). E’ evidente che sarà di fondamentale importanza far bene in casa. “Per questo – conclude Marino – abbiamo ancora più bisogno del nostro pubblico”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento