menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sacchetti per la prima volta a Sassari da ex: "Sicuramente mi emozionerò"

Match cruciale in ottica playoff per l'Enel Brindisi domenica al PalaSerradimigni, dove Sacchetti ha allenato per sei anni. Gara in diretta televisiva su Antenna Sud e in streaming su Canale85.it

BRINDISI - Un vita da coach trascorsa in Sardegna. Una casa ad Alghero, la Barcelloneta sarda con il mare di corallo, a pochi kilometri da Sassari, ed un palasport, il PalaSerradimigni, in cui dal 2009 ha vissuto gli anni migliori della sua carriera da head coach ed in cui ha costruito la “leggenda- Sassari”. Arrivò sulla panchina di Sassari forte di un palmarès ricco di grandi successi come giocatore ed in Sardegna consolidò la sua posizione di “head coach” meritandosi il riconoscimento di miglior allenatore dell’anno nella stagione 2011-2012.

La storia di coach Meo Sacchetti in terra sarda è fatta di emozioni, di promozioni e di trofei che nel 2014-2015 si è concretizzata nella vittoria di due edizioni della Coppa Italia, di una Supercoppa e soprattutto nella conquista di un fantastico scudetto che ha rappresentato l’autentico orgoglio  della Sardegna, ma anche di un passato fatto anche di legami ed affetti reali che negli anni hanno rafforzato il suo rapporto e quello della sua famiglia con la società, i tifosi e la gente sarda.

Meo Sacchetti-2-3

Ed allora, come chiedergli, di non emozionarsi all’ingresso nel “suo” PalaSerradimigni, da avversario, con la “sua” Enel Brindisi, a trovarsi di fronte in squadra suo figlio Brian, sulla panchina avversaria Federico Pasquini, il suo ex Direttore Sportivo e General manager, e poi quel pubblico con cui nel tempo ha creato un forte legame affettivo, che lo ha sempre sostenuto, con il quale ha condiviso le stagioni sportive più entusiasmanti della storia del basket regionale? E lui, coach Sacchetti, non ha voluto fare mistero dei suoi sentimenti e delle sue emozioni.

“Per me tornare a Sassari sarà qualcosa di diverso e spero che anche i miei giocatori  lo capiscano. Non so cosa mi aspetta. Sono passati anni bellissimi e sicuramente mi emozionerò”- ha dichiarato con franchezza coach Sacchetti- “Già nella partita giocata in casa contro Sassari per me non è stata una partita come le altre e mi sono emozionato. Spesso sono stato ripreso perché in conferenza stampa ogni tanto dico Sassari al posto di Brindisi e viceversa”.

E cosa mai potrà aspettarsi coach Sacchetti se non la sua celebrazione, quella di un coach che per anni ha fatto sognare la Sardegna? E ancora. Come può il pubblico di Sassari dimenticare il protagonista della conquista di prestigiosi trofei e di uno scudetto tricolore? Diventa marginale, e non può certo far testo, nella memoria dei tifosi e della stessa società, la conclusione traumatica del rapporto fra il presidente Stefano Sardara e Meo Sacchetti, rispetto ai successi conseguiti e lo storico “triplete” realizzato dalla Dinamo Sassari.

"Giocherò contro mio figlio – dichiara il tecnico pugliese – ci sono diverse situazioni molto interessanti e belle. Non so che tipo di accoglienza aspettarmi dal PalaSerradimigni. Spero che un applauso me lo facciano”. Sacchetti sostiene di non essersi sentito telefonicamente con il figlio nel corso della settimana. “Mi hanno chiamato varie persone in questi giorni da Sassari – spiega –ma non ho parlato con Brian. Lo ha fatto mia moglie. Lei si augura che vinca io ma che lui giochi bene”.

Ma fuori dagli aspetti emotivi, Sassari – Brindisi che partita sarà in campo? “Sassari non è di certo un campo facile, ha grande profondità,  ma noi dobbiamo giocare fino al termine del campionato come se ogni partita  fosse una gara di play off. Poi vedremo quale aiuto ci potrà dare Samardo Samuels. Mi aspetto da lui più pericolosità in attacco dove si potrà appoggiare con successo la palla sotto canestro nell’uno contro uno, ed inoltre sono certo che potrà togliere pressione ai nostri esterni e metterli nelle condizioni migliori per andare al tiro. Per Brindisi ogni partita vinta ed i due punti conquistati sono quelli che possono portare ai play off”.

La partita Dinamo Sassari-Enel Basket Brindisi in programma domenica prossima 2 aprile nel PalaSerradimigni con inizio alle ore 18,15, sarà trasmessa in diretta televisiva su Antenna Sud, canale 13 del Digitale Terrestre ed in streaming su www.canale 85.it. Telecronisti Antonio Celeste e Francesco Guadalupi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento