Lunedì, 25 Ottobre 2021
Sport

Lavoro, smart city, informazione, cibo e giustizia i temi 2015 di Left Brindisi

Molto ricco di iniziative culturali e politiche il calendario di incontri, mostre e convegni progettato dall'associazione Left Brindisi, che punta anche ad allargare la sua base di adesioni soprattutto tra i giovani, valutando la possibilità anche di bandire borse di studio

BRINDISI – Molto ricco di iniziative culturali e politiche il calendario di incontri, mostre e convegni progettato dall’associazione Left Brindisi, che punta anche ad allargare la sua base di adesioni soprattutto tra i giovani, valutando la possibilità anche di bandire borse di studio e tenere corsi di formazione politica. Come sempre, l’obiettivo di Left e propagare il pensiero di sinistra sui grandi temi di attualità, dal lavoro, all’urbanistica, ai mutamenti degli assetti istituzionali, sia con dibattiti tenuti da esperti che con gli autori di saggi. Ma ci saranno anche alcune novità, e non solo nella scelta dei temi.

Il consiglio direttivo di Left Brindisi, infatti, nell'ambito delle iniziative del centenario della Prima guerra mondiale, ha presentato alla Regione un progetto di ricerca sulle iniziative del movimento dei lavoratori brindisini contro la partecipazione dell'Italia alla guerra. Sono poi stati decisi responsabilità e incontri per alcuni di questi temi, che saranno affrontati anche in rassegne cinematografiche e fotografiche.

Sui temi del lavoro e della condizione femminile ci sarà anche una rassegna di film per la cui programmazione è impegnato il vicepresidente di Left Brindisi, Carmelo Grassi, mentre sul tema del lavoro che c'è e sul lavoro che non c'è, è in programma una mostra fotografica per giovani fotografi brindisini. Per la fine del mese di gennaio è stata organizzata una rassegna con i lavori di giovani vignettisti che si misureranno con ciò che ha rappresentato il massacro di Charlie Hebdo. Queste due rassegne saranno curate da Amelia Ignone.

Il nuovo logo di Left BrindisiPer i mesi di marzo e aprile, invece organizzato da Vittorio Bruno Stamerra, si svolgerà un ciclo di conferenze e seminari sui temi della informazione. Sempre nel mese di aprile, in occasione anche di Expò 2015, iniziativa con Giuseppe Indolfi e da Annalisa Presta su alimentazione sana, cibo e prodotti locali. L’architetto Tonino Bruno sta preparando una iniziativa sui temi urbanistici in una dimensione territoriale più ampia e integrata con al centro gli argomenti smart city e smart land). Sui temi della riforma delle istituzioni e della giustizia sono impegnati gli avvocati Carmelo Molfetta e Bina Valentini. 

Già decisi anche i primi tre appuntamenti con i libri. Il 23 gennaio alla presenza dell'autore si discuterà del libro di Franco Cassano "Senza il vento della storia. La sinistra nell'era del cambiamento", che ha già suscitato un vivace dibattito a livello nazionale. Il 20 febbraio sarà presentato il libro della professoressa Fiammetta Fanizza "L'abolizione delle province in Italia, riflessioni sull’autorità e la sua crisi”. Il 6 marzo sarà presentato il libro del prof. Gianfranco Viesti e del giornalista Dario Di Vico "Cacciavite Robot e Tablet, come far ripartire le imprese". È stata infine presa in considerazione, come già detto, l'ipotesi di bandire due borse di studio per tesi di laurea attinenti ai temi affrontati dall'associazione e di organizzare una scuola di formazione politica per giovani. La definizione di queste ultime iniziative saranno approfondite nelle prossime settimane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, smart city, informazione, cibo e giustizia i temi 2015 di Left Brindisi

BrindisiReport è in caricamento