Pupino alla prova dei pagamenti, intanto la rosa resta di 36 calciatori e costa tanto

BRINDISI – Chiuso il calcio-mercato il Brindisi si ritrova con una rosa di ben trentasei giocatori. Tanti, ma proprio tanti. Sono stati ceduti solo Gelfusa e Cerbone, mentre tutti quelli con contratti onerosi sono rimasti e, sebbene fuori rosa, dovranno essere comunque pagati. Certo, per un giocatore professionista non è una buona cosa restare fermo per mesi e mesi. Ma con il loro ingaggio e con la crisi economica che si è abbattuta anche su questo settore non è stato facile trovare loro una nuova squadra. Resta il mercato estero. Ma quanti di questi saranno disposti ad andare via dall’Italia?

Antonio Pupino

BRINDISI – Chiuso il calcio-mercato il Brindisi si ritrova con una rosa di ben trentasei giocatori. Tanti, ma proprio tanti. Sono stati ceduti solo Gelfusa e Cerbone, mentre tutti quelli con contratti onerosi sono rimasti e, sebbene fuori rosa, dovranno essere comunque pagati. Certo, per un giocatore professionista non è una buona cosa restare fermo per mesi e mesi. Ma con il loro ingaggio e con la crisi economica che si è abbattuta anche su questo settore non è stato facile trovare loro una nuova squadra. Resta il mercato estero. Ma quanti di questi saranno disposti ad andare via dall’Italia?

La rosa molto ampia e i contratti onerosi ereditati dalla precedente gestione sono il problema principale del Football Brindisi, della crisi economica che ha portato la squadra sull’orlo dello sfaldamento. Da due settimane il nuovo presidente Antonio Pupino ha deciso di dare spazio ai giovani e mettere fuori tutti gli over. Di questi ultimi gli unici tenuti in squadra sono Taurino, Vicentini, Mottola e Pollidori. Gli altri (Moscelli, Ceccarelli, Alessandrì, Battisti, La Rosa, Minopoli, Montella, Pizzolla) si allenano, come da contratto, ma la domenica stanno a casa, non vengono convocati.

Un problema serio perché, stando a quel che si dice, questa rosa di giocatori, tra stipendi, Enpals e Irpef, viene a costare qualcosa come duecentomila euro al mese. Questo vuol dire che Antonio Pupino, nuovo presidente del Brindisi, entro il 15 febbraio dovrebbe mettere fuori questa somma per evitare un secondo deferimento. Ce la faranno lui e Antonio Nastasia, imprenditore di Montemesola, titolare di un’azienda di calcestruzzi a San Giorgio Jonico, a mettere assieme questa cifra? Che, sempre stando ai si dice, non è la sola. Entro il 31 gennaio dovrebbero essere arrivati a scadenza assegni a firma di Maria Pia Lacatena, rilasciati a fornitori vari, per un totale di 32mila euro. E pare che altri assegni per una cifra pressoché analoga dovrebbero scadere a fine febbraio. Nel frattempo, però, dovrebbero arrivare all’incirca trentamila euro di sponsorizzazioni dalla Sfir, società che sponsorizza le giovanili del Cesena.

Intanto i tifosi della Curva Sud accusano le critiche anonime che si abbattono sul Football Brindisi. "Non abbiamo ancora capito - scrivono in un comunicato - se realmente questa città voglia salvare la sua squadra di calcio. Abbiamo come l’impressione che qualcuno goda invece a sguazzare in queste situazioni solo per criticare chi si adopera per superare l’immobilismo degli anni passati". Indice puntato sugli anonimi che frequentano le chat, soprattutto. Ma anche sugli intrecci di voci che si rincorrono: "Ci sembra assurda questa caccia alle streghe nel voler vedere a tutti i costi colpevoli, imbroglioni, truffatori o chissà quale losco accordo sotto banco. Perché dovremmo chiudere la porta in faccia ad un qualsiasi imprenditore prima ancora che metta piede a Brindisi?", si chiedono e chiedono i supporter della Curva Sud.

------------------------------------------------------------------------------------------------

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La rosa definitiva del Brindisi 2010-2011

ALESSANDRI’ Alessandro -Trequartista     1979
BATTISTI    Raffaele - Centrocampista    1977
CAGGIANELLI Gianfranco - Attaccante      1990
CAMPOSEO    Cosimo - Difensore           1990
CAPUTO      Antonio -Attaccante          1991
CARAVAGLIO  Davide - Centrocampista      1992
CECCARELLI  Fabio - Attaccante           1983
CESAREO     Andrea - Difensore           1991
CONTE       Mattia - Difensore           1988
D’AVANZO    Antonio - Trequartista       1984
DE CESARE   Francesco - Centrocampista   1991
FINOCCHIARO Santo - Centrocampista       1990
FRUCI       Daniele  - Difensore         1988
GENNARI     Pietro - Attaccante          1992
IACCA       Pietro - Attaccante          1990
LAROSA      Francesco - Difensore        1982
LENTI       Giancarlo - Centrocampista   1989
LOCATELLI   Alessio - Portiere           1978
MAIORINO    Pasquale -Trequartista       1989
MANONI      Manolo  - Centrocampista     1977
MATARAZZO   Diego – Trequartista         1988
MINOPOLI    Luca - Centrocampista        1979
MONTELLA    Francesco  - Difensore       1987
MORLEO      Giuseppe - Centrocampista    1992
MOSCELLI    Fabio - Attaccante           1976
MOTTOLA     Antonio - Difensore          1986
PAPA        Emanuele - Difensore         1990
PIRO        Daniele – Difensore          1989
PIZZOLLA    Nicola - Centrocampista      1981
POLLIDORI   Massimo R. - Centrocampista  1987
PRISCO      Lorenzo - Portiere           1987
SCARCELLA   Salvatore – Attaccante       1983
TAURINO     Roberto – Difensore          1977
TUNDO       Alberto – Difensore          1993
TUNDO       Antonio A. – Centrocampista  1988
VICENTINI   Axel - Difensore             1986

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Incidente in campagna: padre con la motozappa travolge il figlio

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

  • Uomo trovato morto in casa dell'anziano che assisteva: disposta autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento