Martedì, 26 Ottobre 2021
Sport

Questa è l'Enel Basket dai tanti trascinatori: il rilancio di Pistoia

L'Enel Brindisi c'è ed alza orgogliosamente la testa. Con una vittoria in EuroChallenge, trasformata in una passeggiata in Svezia, contro Sodertalje (96-52), ed un successo ancora più importante in campionato, a Pistoia (70-83), con una prestazione di grande carattere e determinazione

L’Enel Brindisi c’è ed alza orgogliosamente la testa. Con una vittoria in EuroChallenge, trasformata in una passeggiata in Svezia, contro Sodertalje (96-52), ed un successo ancora più importante in campionato, a Pistoia (70-83), con una   prestazione di grande carattere e determinazione, l’Enel Brindisi ha dimostrato di aver rimosso e superato la sconfitta casalinga contro Varese e soprattutto lo shock per l’infortunio subito da Cedric Simmons.

Jacob Pullen-3La squadra di coach Bucchi ha saputo immediatamente reagire dando una risposta concreta sul campo di quelle che sono le caratteristiche dei singoli giocatori e del gruppo, capace di ricompattarsi con immediatezza, proprio nel momento correva il rischio di sfaldarsi e mettere in discussione un campionato che stava legittimando per l’Enel Brindisi un ruolo da grande protagonista assoluta. Ancora a Pistoia l’Enel Brindisi ha dimostrato di avere nel suo interno giocatori in grado di prendere per mano la squadra “a turno” e guidarla alla migliore prestazione ed alla vittoria (Nella foto, Jacob Pullen).

Così si è automaticamente attivato uno speciale “turn over” per cui in ogni partita, ma anche in ogni quarto, c’è sempre un giocatore in grado di svolgere il ruolo di protagonista e di vero e proprio “match-winner”. A Pistoia è toccato prima a Jacob Pullen tenere in piedi la squadra nel primo tempo (26 punti realizzati, 4/7 da due 3/7 da tre e 9/9 tiri liberi e 4 assist) e poi a Marcus Denmon completare la rimonta e chiudere la partita nella seconda parte (24 punti, 5/9 da due 4/9 da tre, 4 rimbalzi e 3 assist) piazzando nel finale, con grande personalità, due tiri consecutivi dall’arco dei 6,75 e affievolendo definitivamente ogni residua speranza di Pistoia di rientrare in partita. 

Delroy James-3Ma con Pullen e Denmon, vanno segnalate anche le prestazioni del capitano  Massimo Bulleri, determinante con due tiri consecutivi da tre punti e per la forza che ha saputo infondere alla squadra in un momento in cui Pistoia aveva ancora intatte le possibilità di rientrare in partita, la buona prova di Mays, in continuo progresso di forma, di Demonte Harper e Andrea Zerini. Discorso a parte merita la prestazione di Delroy James. Come di consueto è giocatore determinante per la squadra, per le sue caratteristiche tecniche ed atletiche e per il suo coraggio da trascinatore, ma a Pistoia ha voluto insistere inutilmente nel tiro pur essendo in serata decisamente-no, come spiegano il suo 0/4 da tre punti ed il 2/6 da due punti (Nella foto, Delroy James).

Da lui, che è notoriamente giocatore – simbolo della squadra, ci si deve aspettare quello che di straordinario riesce a fare, e cioè contrassegnare la partita con le sue particolari caratteristiche di gioco, spaccare le difese avversarie con le sue inarrestabili entrate a canestro, farsi apprezzare, quando non è in tiro, con i suoi 9 rimbalzi e 4 stoppate date come a Pistoia. Anche la società, come la squadra, ha alzato orgogliosamente la testa, dopo essersela fortemente fasciata in seguito all’infortunio di Cedric Simmons. In poche ore, infatti, è stata chiusa la trattativa e dato l’annuncio ufficiale dell’ingaggio di Eric Michael, pivot nigeriano, 26 anni, di 2,08 metri per 109 chilogrammi di peso.

L'Enel Basket ha espugnato Pistoia-2Fino a qualche giorno fa ha giocato in campionato l’ultima partita, con la squadra greca del Panalefsiniakos, in trasferta conto la formazione di Korovios, e restando in campo per 22 minuti ha realizzato 19 punti con 9/15 da due punti, 7 rimbalzi ed 1 assist, ed ha messo a segno il canestro della vittoria della sua squadra allo scadere dei tempi regolamentari (73-74). Non potrà giocare martedì sera in EuroChallenge, contro Ulm, perché sono mancati i tempi tecnici per il suo tesseramento (avrebbe dovuto essere tesserato entro lo scorso venerdì).

Ora coach Bucchi avrà la possibilità di programmare i tempi della preparazione della squadra secondo gli standard di lavoro usuali di allenamento. Martedì, infatti, l’Enel Brindisi sarà impegnata in EuroChallenge contro Ratiopharm Ulm ( si gioca al PalaPentassuglia, palla in due alle ore 20,45). Vincere vorrà dire assicurarsi con certezza matematica l’accesso nella fase successiva del “Last 16”  e proseguire l’esperienza in Europa. Poi l’Enel Brindisi avrà da giocare due partite interne consecutive contro Orlandina Capo d’Orlando e Acea Roma, incontri che saranno determinanti per chiarire quale sarà il ruolo della squadra nel campionato e quali le possibilità immediate di accedere alle final eigth. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questa è l'Enel Basket dai tanti trascinatori: il rilancio di Pistoia

BrindisiReport è in caricamento