Nuoto: la Centrosport Brindisi colleziona primati regionali

Claudia Degli Abbati, Marco Simone e Vito Urso da record in occasione del “6° Trofeo Otrè”, svoltosi a Noci

BRINDISI - Sono tre i nuotatori brindisini che, domenica 15, hanno timbrato l’appuntamento con la storia, stabilendo alcuni primati regionali master nel corso del “6° Trofeo Otrè”, svoltosi a Noci.

Si tratta di Claudia Degli Abbati, Marco Simone e Vito Urso, tutti e tre tesserati per la Centrosport Brindisi, presieduta da Pierluigi Francioso. 
Nello specifico, Claudia Degli Abbati ha stabilito due record nella categoria M35: sui 50 stile libero, che già le apparteneva, ritoccandolo a 29”72, e sui 50 farfalla, eguagliando uno storico 32”38 di Raffaella Perrotta, che durava dal 2007. 

Marco Simone ha invece stabilito il nuovo record regionale dei 50 stile libero nella categoria M40, nuotando in 26”21 ed abbassando il precedente record di 10 centesimi. 

Infine Vito Urso ha eguagliato il record dei 50 farfalla nella categoria M25, che era di 26”69 ed apparteneva a Luca Nitti.
Degli Abbati e Simone sono seguiti da Fabrizio Gioia mentre Urso, alla sua prima apparizione nel circuito master, viene tuttora seguito dal suo storico allenatore Maurizio Vilella.

I tre atleti, assieme ai loro 22 compagni di squadra, hanno consentito alla Centrosport Brindisi di classificarsi seconda su 33 società partecipanti. Vito Urso dichiara: “Sono contento per questo record e per aver dato il mio contributo alla conquista del secondo gradino del podio da parte della mia società. Di certo i tempi fatti in gara sono decisamente superiori rispetto ai miei migliori, ma poiché ho ripreso a nuotare da tre settimane, dopo una pausa di 4 mesi, non potevo davvero sperare di arrivare in una condizione migliore. Per me queste sono le prime gare nel circuito master, devo dire che ho trovato un ambiente molto positivo e che può darmi nuovi stimoli; ritengo che questa sia la strada giusta per poter continuare, nonostante gli impegni professionali, a ritagliare un po’ del mio tempo ad una passione, più che uno sport, che spero faccia sempre parte della mia vita.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marco Simone dichiara invece: “Sono felice di aver aggiornato un record che durava da 10 anni e che tra l’altro apparteneva ad un mio caro amico, Luca Guadalupi, un altro recordman brindisino. Il mio prossimo obiettivo sarà quello di infrangere il muro dei 26 secondi, lavorerò duro per questo. È sempre bello e stimolante studiare il proprio corpo e portarlo oltre i limiti, si fanno sempre delle scoperte eccezionali ed affascinanti. Amo questo sport, l’acqua mi regala emozioni che difficilmente si possono spiegare con le parole.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Incidente in campagna: padre con la motozappa travolge il figlio

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento