menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Coach Perdichizzi

Coach Perdichizzi

Reggio Emilia-Brindisi 72-77. Enel prima in classifica

REGGIO EMILIA - Grande vittoria dell'Enel che riprende Sassari in classifica e, grazie al 2 a 0 a favore, arriva ad occupare il primo posto. Suona la sirena finale ed i tantissimi tifosi brindisini inneggiano ai loro beniamini. Giocatori e staff si abbracciano in campo. La partita non è stata semplice come dichiarato in settimana. In campo grande tensione per uno scontro fondamentale per le due le squadre. Ma Brindisi con la forza e la compattezza che ormai la contraddistinguono, riesce a fare suo il campo dei reggiani.

REGGIO EMILIA - Grande vittoria dell'Enel che riprende Sassari in classifica e, grazie al 2 a 0 a favore, arriva ad occupare il primo posto. Suona la sirena finale ed i tantissimi tifosi brindisini inneggiano ai loro beniamini. Giocatori e staff si abbracciano in campo. La partita non è stata semplice come dichiarato in settimana. In campo grande tensione per uno scontro fondamentale per le due le squadre. Ma Brindisi con la forza e la compattezza che ormai la contraddistinguono, riesce a fare suo il campo dei reggiani.

L'Enel inizia con Radulovic, Crispin, Infante, Thomas, Maresca; Reggio Emila replica con Melli, Fultz, Boscagin, Smith, Hite. La palla a due è per Reggio e Melli segna i primi due punti. Risponde Radulovic con una tripla. Infante realizza da due e scaccia la tensione dell'ex. Partita in equilibrio fin dai primi minuti, con il talento Melli che ha un inizio da "uomo esperto". Difesa individuale per ambedue le squadre. Pressione e flottaggi che creano problemi nelle fasi offensive. Passati cinque minuti dall'inizio si alza dalla panchina Bryan che rileva Radulovic. Buono per lui l'impatto in fase difensiva ed a rimbalzo. Un Maresca molto attento sulla forte guardia Hite riesce a limitarne le iniziative. Il punteggio però resta fermo sul 7 pari. Sblocca il risultato Boscagin con un libero. Fultz limita Crispin e l'attacco di Brindisi è poco fluido. Cardinali entra per Maresca e prende in consegna il neo giocatore reggiano. Partita tesa che non dà grandi sussulti agli spettatori: al settimo il gioco ancora non decolla da ambedue le parti ed il punteggio è sull' 11 a 7 a 1' 50 dalla fine. Negli ultimi minuti l'Enel ha una fiammata con l'ex Infante: suoi i 7 punti finali che portano l'Enel sul 14 a 11 al primo minibreak.

Si ricomincia con l'esperto Frosini in campo. Perdichizzi mette Pinton nel quintetto al posto di Crispin. Il play brindisino cerca di accelerare e dare più ritmo al gioco trovando uno scarico per Bryan che schiaccia. Ma tutta brindisi sembra rallentata. Un Thomas non al meglio - ma va detto che fino ad oggi è stato la "luce dell'Enel" - viene sostituito da Maresca. Kudlaceck chiamato da coach Ramagli ringrazia e segna 5 punti che portano a più due Reggio. Bryan continua ad essere una presenza costante sotto le plance, 12 rimbalzi per lui a fine partita. Dall'altra parte Frosini mette la sua esperienza a disposizione della squadra. Buona regia di Pinton e si va sul 20 pari. Le due squadre non si risparmiano in difesa. Esce Cardinali e coach Perdichizzi decide di giocare con Crispin nel ruolo di guardia: l'americano con una tripla in transizione rientra subito in partita. Continua l'equilibrio con le due squadre che si alternano nel punteggio. Hite segna le prime due triple della sua partita e porta a più 6 Reggio. Gli adriatici però non mollano, recuperano palla grazie ad una buona azione difensiva e Crispin allo scadere realizza uno dei suoi tiri impossibili da oltre i 6.25: 34 a 31.

Radulovic rientra nella partita e Crispin torna a fare il play. "L'airone" realizza, ma Fultz si sveglia - tripla dal centro più due tiri liberi per lui - e si va sul 39 a 34.La difesa di Brindisi continua a chiudere bene le iniziative degli avversari ed il croato con un'azione ben letta dai salentini realizza da tre. Le due squadre sembrano meno tese dei precedenti due quarti. L'inizio di Reggio è a marca Melli, Boscagin e con Hite è più presente. Thomas realizza il suo primo punto dopo sei minuti di quarto. Ramagli opta per un quintetto molto giovane che difende forte e accelera il gioco. Ma il punteggio è sempre in equilibrio: 51 a 49 quando manca poco più di un minuto. Pinton che rileva un Crispin poco lucido nelle ultime azioni, recupera una palla, parte in contropiede e subisce un fallo ottenendo due liberi che realizza e porta in parità. Maresca e una penetrazione di Melli, fermano il punteggio sul 53 a 52.

L'ultimo quarto è la partita. Continua la difesa a uomo da parte delle due formazioni. Un Thomas molto nervoso stenta ad entrare in partita. La tensione per l'importanza della partita è di tutti e si sente: coach Perdichizzi si lamenta con gli arbitri che gli sanzionano un tecnico. Tutto questo porta Reggio a più sette: 61 a 54. Ma Brindisi non crolla. Rientra Crispin. Il coach biancoazzurro ordina il cambio di difesa passando a zona. La squadra recupera due palloni e con "croce e delizia" Crispin si porta sul meno due. Radulovic lo segue e l'Enel riprende e supera la Trenkwalden andando a più uno. Come sempre accade nei momenti di partita fondamentali, torna realizzando una tripla dall'angolo, "Superman" Thomas e Brindisi vola a più quattro. Ottima difesa brindisina che mette in grande difficoltà Reggio: importantissima palla recuperata da Capitan Cardinali e Thomas si innalza in contropiede per una schiacciata. Hite si innervosisce per una palla rubata dalla difesa salentina e commette un antisportivo che manda "Micio" in lunetta per i liberi. Due su due per lui e poi assist a Thomas che realizza da distanza ravvicinata. Con un 18 a 0 l'Enel vola a più 11: 71 a 62. Hite non ci sta e porta i reggiani a meno sette. Ultimi due minuti e Reggio tenta il tutto per tutto in difesa. Fallo antisportivo molto dubbio fischiato a Crispin: gli emiliani riescono a sfruttare solo i due tiri liberi. Fasi finali molto concitate per tutte e due le squadre con Cardinali che come sempre riesce ad essere fondamentale nei recuperi. Sul 75 a 66 un fallo su Boscagin da all'ala reggiana un tre più uno. Fallo sistematico per gli emiliani ma Cardinali con freddezza realizza e per non farsi mancare nulla continua a recuperare palloni. Boscagin realizza da due ma non basta. Si finisce sul 77 a 72. Brindisi vince e vola al primo posto in classifica.

TABELLINO

Trenkwalden Reggio Emilia: Verri, Smith 7, Kudlacek 9, Hite 14, Melli 10, Boscagin 17, Fultz 7, Frosini 8, Pugi, Zanotti. Allenatore: Ramagli.

Percentuali :Tiri da tre :8 \ 28 Tiri liberi :8 \ 11

Enel Brindisi: Radulovic 11, Crispin 14, Pinton 4, Maresca 6, Infante 15, Cardinali 8, Malagoli, Bryan 9, Coviello, Thomas 10. Allenatore: Perdichizzi.

Percentuali :Tiri da tre : 9 \ 23 Tiri liberi : 22 \ 25

Parziali :11 \ 14 - 34 \ 31 - 52 \ 52 - 72 \ 77

Arbitri : Aronne - Masi - Ciaglia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento