Sport

Happy Casa spenta: Venezia si impone (77-89) al PalaPentassuglia

Terza sconfitta nelle ultime 4 partite per la squadra di coach Vitucci, agganciata dalla Virtus Bologna al secondo posto

BRINDISI – Dopo un primo tempo equilibrato, nel secondo tempo si è spenta la luce. La Happy Casa Brindisi approccia il girone di ritorno con la terza sconfitta nelle ultime quattro giornate (77-89) e viene agganciata al secondo posto dalla Virtus Bologna (rispetto alla quale Brindisi ha una partita in meno e ha lo scontro diretto a favore), a quota 20 punti, a sei punti dalla capolista Milano. Solo nel secondo parziale l’inerzia è stata, a tratti, fra le mani della New Basket, che anche oggi ha pagato il precario stato di forma di Perkins, Bell e Willis. Harrison, autore di 23 punti e di un tiro da tre da cineteca allo scadere del terzo periodo, e Thompson (17 punti) non sono bastati per tenere testa alla squadra di De Raffaele.

Nei primi 20 minuti la contesa è stata equilibrata, con una leggera supremazia di Brindisi nel secondo quarto, quando gli ospiti sono andati sotto di 4. Ma dopo l’intervallo lungo, la musica è cambiata. Trascinata da Bramos, Watt, Tonut, Denicolao e dall’ex Clark, la Reyer, dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio di due (32-34) sorpassa la Happy Casa e prende il sopravvento. Brindisi, inconcludente e farraginosa in attacco, pessima nella costruzione dei tiri con un disastroso 7/26 da tre al termine della gara, vede crescere il gap, senza reagire.

Al 26’, con una tripla di Denicolao, Venezia è avanti di 8 (44-52). Al 27’ il vantaggio sale a 12 lunghezze. La Happy Casa, dopo essere stata sotto di 16, chiude il parziale sul – 13 grazie a una fantascientifica tripla di Harrison, che va a segno con una conclusione dalla sua lunetta. Ma la grande giocata del campione americano non cambia l’andamento della contesa. In avvio di ultimo quarto è Wes Clark a salire in cattedra, trascinando i suoi sul + 17 a 7 minuti dalla fine.

La partita si chiude virtualmente al 36’, quando Krubally (comunque fra i migliori della Happy Casa con nove punti a referto) fa zero su due dalla lunetta. A due minuti dalla fine, con un parziale di 5-0, si assiste a una timida ripresa della Stella del Sud, ma è ormai troppo tardi per riaprire i giochi. Venezia per la seconda volta si impone sulla Happy Casa, infliggendole la quarta sconfitta in campionato. Coach Vitucci dovrà ritrovare al più presto Bell, Perkins e Willis per rivedere la squadra che ha incantato nel girone d’andata, piazzando una striscia di 10 vittorie consecutive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa spenta: Venezia si impone (77-89) al PalaPentassuglia

BrindisiReport è in caricamento