rotate-mobile
Sport

Ritmo altissimo, ma la partita si decide con i tiri liberi degli ultimi secondi

BRINDISI – Con la vittoria di un soffio al PalaElio la Benetton Basket ottiene la certezza dell’accesso ai playoff, mentre l’Enel Basket è ormai all’ultima spiaggia. Sono state due triple di Smith che ad 1' dalla fine rendono vana la disperata rimonta dei brindisini. E’ stata una partita giocata a ritmi altissimi, nella la Benetton alla fine il miglior realizzatore è proprio Smith con 16 punti mentre nell’Enel svetta l'ex Dixon (21 punti), che ha anche firmato il rush finale della sua squadra. Brindisi parte forte dopo la palla a due con una tripla di Tourè. Gentile parte ancora più forte, ne fa due di fila, e dopo i liberi di Motiejunas la Benetton passa in vantaggio: 3-6 al 4’.

BRINDISI - Con la vittoria di un soffio al PalaElio la Benetton Basket ottiene la certezza dell'accesso ai playoff, mentre l'Enel Basket è ormai all'ultima spiaggia. Sono state due triple di Smith che ad 1' dalla fine rendono vana la disperata rimonta dei brindisini. E' stata una partita giocata a ritmi altissimi, nella la Benetton alla fine il miglior realizzatore è proprio Smith con 16 punti mentre nell'Enel svetta l'ex Dixon (21 punti), che ha anche firmato il rush finale della sua squadra. Brindisi parte forte dopo la palla a due con una tripla di Tourè. Gentile parte ancora più forte, ne fa due di fila, e dopo i liberi di Motiejunas la Benetton passa in vantaggio: 3-6 al 4'.

Markovic fa il +5 ma Brindisi velocizza il gioco e in pochi secondi con una tripla di Roberson e un canestro di Tourè pareggia i conti (8-8). Repesa inaugura la zona e ruota il quintetto. I ritmi sono altissimi, e il clima del PalaPentassuglia è infernale. L'ex Dixon prova a mettersi in luce sfruttando i blocchi ma forzando anche da distante. All' 8' si è sul 14-14. La partita procede punto a punto con molte palle perse da entrambi i lati, e molti falli; Motiejunas, autore dell'ultimo canestro dei primi 10', già a quota 2. Il primo quarto si chiude in favore di Treviso: 16 Enel-18 Benetton.

L'intensità del match non cambia: Bulleri infila un tiro dall'area, Diawara coglie la tripla con cui Brindisi si riavvicina 21-22. La Benetton resta concentrata con Smith mentre l'Enel con un'altra bomba, stavolta di Giovacchini, pareggia i conti 24-24 al 13'. Il PalaElio è una bolgia. Si segna poco ma si lotta moltissimo sul parquet fino al 16' quando Treviso allarga bene gli spazi, la mette sul fisico, e colpisce con Skinner e Bulleri (da 3), per il massimo vantaggio biancoverde 26-31. Purtroppo l'Enel non è altrettanto precisa e incassa il 26-34. Lang e Roberson reagiscono grazie anche ad ottimi recuperi di squadra portandosi sul -1 con due canestri di Diawara, 35-36. Poi Gentile gela il pubblico brindisino con un tiro da 3, ma Dixon suona la carica ed il parziali per la Benetton si riduce ad un solo punto alla fine del secondo quarto: 38 a 39.

All'inizio della terza frazione quattro punti consecutivi per la Benetton. Bechi chiede il time-out la Benetton che ottiene un 4-0 importante nei primi 3' costringendo Bechi a chiamare timeout. Ma si va sul 40 a 47. Grazie ai falli ed ai liberi, l'Enel riesce però a restare agganciata. Sino a quando Roberson e Diawara azzeccano due triple ed il pareggio che scatena nuovamente il pubblico di casa: 52 a 52 . Ci pensano però Bulleri e Smith nell'ultimo minuto a portare la Benetton ancora avanti di 3. I veneti riescono nuovamente a fermare la rimonta dei padroni di casa all'inizio del quarto tempo. Il parziale passa a +7. E' il momento di Dixon: con una tripla accorcia, mentre la Benetton sbaglia, va in tilt e i brindisini sospinti da un tiro infernale e con Touré e Dixon (ancora tripla) riescono addirittura a mettere il naso avanti: 61 a 60.

Dixon è scatenato e porta il break dell'Enel a 10 punti infilando a canestro sottomano. Tocca a Gentile fermare la serie positiva dei brindisini con un tripla che riporta la situazione in parità (63-63). Poi diventano decisivi i falli. A due minuti dalla sirena finale la Benetton è di nuovo avanti di 2. Non c'è tregua. Sia Markovic che Lang non sbagliano dalla lunetta. Sembra che la Benetton si in crisi difensiva e l'Enel sfrutta alcuni rimbalzi con Lang. Smith sgomenta il PalaElio che ruggiva per il +3 conquistato, infilando a ripetizione due tiri da tre e portando i trevigiani al 68-71. Skinner manca i due liberi che avrebbero potuto chiudere l'incontro, ma Gentile ne guadagna altri 2 su un rimbalzo. Sul 71-73 attimi da infarto per i tifosi di entrambe le squadre: Smith perde palla e in mano a Roberson ci sono i due tiri dalla lunetta del pareggio. Ma solo uno si insacca. Ed ancora ai liberi si determina il risultato finale: Gentile non sbaglia e regala la vittoria e l'accesso ai playoff alla Benetton, condannando invece l'Enel alla graticola.

-----------------------------------------------------------------------------------------------

Risultati della 13/a giornata di ritorno:

Montepaschi Siena-Air Avellino 77-82 Bennet Cantù-Scavolini Siviglia Pesaro 63-55 Pepsi Caserta-Armani Jeans Milano 74-85 Fabi Shoes Montegranaro-Lottomatica Roma 75-66 Enel Brindisi-Benetton Treviso 74-75 Vanoli-Braga Cremona-Banca Tercas Teramo 80-73 Dinamo Sassari-Cimberio Varese 88-83 dopo 1ts Canadian Solar Bologna-Angelico Biella 83-81

Classifica:

Siena punti 50; Cantù 42; Milano 40; Avellino e Treviso 30; Bologna e Varese 28; Pesaro, Roma e Sassari 26; Caserta e Cremona 24; Montegranaro 22; Teramo, Biella 18; Brindisi 16

Prossimo turno (12/5, h.20.30)

Sassari-Siena Teramo-Caserta Treviso-Cantù Roma-Bologna Varese-Montegranaro Avellino-Pesaro Milano-Cremona Biella-Brindisi

------------------------------------------------------------------------------------------------

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritmo altissimo, ma la partita si decide con i tiri liberi degli ultimi secondi

BrindisiReport è in caricamento