Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Salvo miracoli, New Volley ritirata dal campionato. Uno smacco per la città

L'ufficialità dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Ma pare ormai certo che non vi è più alcuna possibilità di tenere in vita la New Volley Brindisi. La società verrà con ogni probabilità ritirata dal campionato di B1. Un ultimo disperato tentativo di evitare il drammatico epilogo passerà attraverso un incontro fra il presidente dimissionario e l'assessore

BRINDISI – L’ufficialità dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Ma pare ormai certo che non vi è più alcuna possibilità di tenere in vita la New Volley Brindisi. La società verrà con ogni probabilità ritirata dal campionato di B1. Un ultimo disperato tentativo di evitare il drammatico epilogo passerà attraverso un incontro fra il presidente dimissionario del club, Ercole Saponaro, e l’assessore allo Sport, Antonio Ingrosso, in programma domani (22 gennaio). Ma le giocatrici sanno che questa avventura è arrivata al capolinea.

Nella storia dello sport, è davvero difficile trovare precedenti di squadre in lotta per il vertice di un campionato semiprofessionistico (la New Volley, reduce da sei vittorie consecutive, occupa il secondo posto a due soli punti dalla capolista Palmi), costrette ad ammainare bandiera nel cuore della stagione. La triste parabola della New Volley è uno smacco per l’intera città, non solo da un punto di vista sportivo. E’ deprimente il fatto che in un capoluogo di 90mila abitanti nessuno abbia mosso un dito per salvare questa realtà.

E fa ancora più rabbia che l’uscita di scena della New Volley non sia riconducibile, da quanto affermato a BrindisiReport dal patron Toni Mucci, a problemi di carattere economico (le giocatrici, tutto sommato, avanzano solo la mensilità di dicembre), quanto a dissidi in ambito societario che si sono intrecciati con beghe politiche. La situazione, già instabile da mesi, ha cominciato a precipitare lo scorso 6 gennaio, quando sul social network Facebook si è consumato uno scambio di offese fra Ercole Saponaro e il patron Muccio. 

Nonostante il clima pesante, le ragazze di coach Dino Guadalupi hanno continuato a macinare vittorie. L’ultima è arrivata sabato scorso, al PalaMelfi, contro l’Arzano. Ma il giorno successivo, domenica, è arrivata la doccia fredda. Alle giocatrici è stato chiesto di trovarsi una nuova sistemazione. Hanno appena 10 giorni di tempo per farlo, visto che il mercato chiuderà il 31 gennaio. Per le più giovani, sarà dura strappare un ingaggio in così pochi giorni. La squadra è tramortita. Il libero Sara Della Rocca, brindisina doc, ha sfogato la sua rabbia su Facebook, attraverso un post che riportiamo di seguito. 

“Come ogni anno mi trovo a scrivere un post di ringraziamenti generali riguardo l'anno pallavolistico finito. Quest'anno invece mi trovo costretta a doverlo fare un po troppo tempo prima dalla fine. Questo grande progetto, questo grande sogno nella mia città svanisce senza apparenti e plausibili giustificazioni che non mettono neanche al riparo da critiche dell'intero mondo pallavolistico. Il perché di tutto questo non è chiaro, ma è chiaro invece come è stato facile essere stati calpestati nella propria dignità di persone e professionisti.Sara Della Rocca-2

Con grande rammarico dico che la mia città ha fallito, in un progetto che sicuramente non è quello dell'Enel Basket ma che vedeva impegnati con la stessa professionalità, con la passione e l'amore per questo sport ragazze non solo brindisine ma da provenienti da tutta Italia, rimaste anche coinvolte dal contesto brindisino apprezzato per i mille risvolti che nonostante tutto presenta. Bello sarebbe pensare che nonostante i numerosi problemi innegabili di questa città, ci possa essere qualcuno che in nome della città di Brindisi nominata Città dello sport, possa contribuire a rendere questo sogno interrotto, realizzabile.

Detto ciò, ringrazio dal profondo del cuore tutte le mie compagne e lo staff per tutto quello fatto fino ad ora. Per essere stati uniti giorno dopo giorno, nonostante la minata serenità dell'ultimo periodo. Per le sconfitte che ci hanno fatto crescere e le vittorie che ci hanno rese consapevoli della nostra forza. Alle mie compagne fuori sede invito ad apprezzare nonostante tutto la nostra città e le persone che ne fanno parte. Ringrazio i tifosi per essere stati sempre presenti, i nostri dirigenti per averci sostenuto in qualsiasi situazione.  

Sono orgogliosa, fiera e onorata di avere avuto compagne come , Valeria Diomede, Lara Lugli, Elisa Peluso, Marta Agostinetto, Valeria Cristofaro,Leonora Carbone, Giada Boriassi, Luisa Chionna,Maria Grazia Maffei. E uno staff tecnico come Dino Guadalupi, Ida Taurisano, Diego Vannicola, la nostra nana preparatrice Francesca Ruotolo e la nostra fisia Sara Tassetti.  Il mio in bocca al lupo più grande va a tutti quanti noi, che non abbiamo mai smesso di credere in quello che stavamo facendo”. (Nella foto, Sara Della Rocca)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvo miracoli, New Volley ritirata dal campionato. Uno smacco per la città

BrindisiReport è in caricamento