rotate-mobile
Sport

Se L'Enel Brindisi saprà girare al massimo, neppure Caserta avrà vita facile

BRINDISI - Senza tifosi al seguito, come invece spesso accade all’Enel Brindisi, la squadra di coach Bechi si appresta ad affrontare nell’anticipo “ora di pranzo” la Pepsi Caserta, reduce da una sconfitta sul campo di Bologna, capace però, due settimane fa fra le mura amiche, di battere “l’armata” Montepaschi Siena. Il team allenato da Sacripanti non ha cominciato questa campionato nel migliore dei modi, ma ha avuto in corsa la capacità di riprendere la giusta rotta, tanto da arrivare a quota 18 punti ed occupare l’ottavo posto in classifica. Nel suo roster brilla la stella ex Nba Jumaine Jones, ala forte con grandi doti atletiche e tecniche e miglior realizzatore dei suoi. Nel primo quintetto, con lui l’ala Ebi Ere, la guardia Tim Bowers, e gli italiani Luca Garri e Fabio Di Bella, playmaker in grado di cambiare le sorti della partita. Ma anche la panchina non è da meno con il “ big-center ” Eric Williams (nel periodo di preparazione nei ranghi brindisini ), l’ala Martin Colussi, il play polacco LuKasz Koszarek e l’ala – pivot Philip Martin.

BRINDISI - Senza tifosi al seguito, come invece spesso accade all'Enel Brindisi, la squadra di coach Bechi si appresta ad affrontare nell'anticipo "ora di pranzo" la Pepsi Caserta, reduce da una sconfitta sul campo di Bologna, capace però, due settimane fa fra le mura amiche, di battere "l'armata" Montepaschi Siena. Il team allenato da Sacripanti non ha cominciato questa campionato nel migliore dei modi, ma ha avuto in corsa la capacità di riprendere la giusta rotta, tanto da arrivare a quota 18 punti ed occupare l'ottavo posto in classifica. Nel suo roster brilla la stella ex Nba Jumaine Jones, ala forte con grandi doti atletiche e tecniche e miglior realizzatore dei suoi. Nel primo quintetto, con lui l'ala Ebi Ere, la guardia Tim Bowers, e gli italiani Luca Garri e Fabio Di Bella, playmaker in grado di cambiare le sorti della partita. Ma anche la panchina non è da meno con il " big-center " Eric Williams (nel periodo di preparazione nei ranghi brindisini ), l'ala Martin Colussi, il play polacco Lukasz Koszarek e l'ala - pivot Philip Martin.

Sicuramente per la squadra brindisina, sulla carta, non si tratta di un incontro semplice. Ma le cose fatte nelle ultime due giornate fanno pensare che tutto possa essere possibile. Finalmente sia contro Milano che Varese, si è visto un gruppo convinto della propria capacità e con la forza di combattere fino all'ultimo minuto. In grado di risalire nei momenti di difficoltà senza farsi travolgere, come spesso è accaduto in passato. Una delle cose positive è aver finalmente potuto ammirare un fuoriclasse come Diawara esprimersi al meglio delle sua potenzialità. Come, molto importante, è avere un Dixon che fa circolare di più la palla mettendo in gioco tutti i compagni e andando a cercare meno la soluzione personale un po' forzata. E la "famosa panchina" di cui si è tanto parlato in questi mesi sta riuscendo a dare il giusto contributo: un plauso va certamente ad Anthony Giovacchini per la conduzione della regia e la predisposizione alla difesa, viste domenica contro i lombardi.

Insomma le carte in regola ci potrebbero essere tutte per provare a riprendere i due punti che i campani hanno conquistato sul campo brindisino. Molto farà l'approccio mentale e la forza del gruppo nell'affrontare questo delicato incontro. La partita si svolgerà nel "mitico" PalaMaggiò di Caserta e verrà trasmessa su Sky Sport 2 alle ore 11.45 di domenica 6 marzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se L'Enel Brindisi saprà girare al massimo, neppure Caserta avrà vita facile

BrindisiReport è in caricamento