rotate-mobile
Sport

Seconda piazza, aspettando i play off: per l’Assi basket Ostuni il sogno A2 continua

OSTUNI - Come nella tradizione l’Assi perde a Potenza l’ultima di campionato. Conserva la seconda posizione in classifica e ha la fortuna di non recriminare, perché il risultato di Trapani ha chiuso ogni possibilità di conquistare la prima posizione. Dall’altra parte festeggia Potenza per aver raggiunto i play out. Una partita iniziata male per l’Assi. La zona adottata dalla squadra giallo blu non imbarazza Potenza che trova subito il tiro e i punti dalla distanza. L’Assi contrattacca con un po’ di confusione e il tiro pesante viene inibito da una difesa molto aggressiva della squadra lucana. Nel secondo quarto c’è un primo tentativo di rimonta. L’Assi soffre sotto canestro. Molti rimbalzi sono conquistati da Bagnoli e compagni. Il tentativo di rimonta viene rintuzzato.

OSTUNI - Come nella tradizione l'Assi perde a Potenza l'ultima di campionato. Conserva la seconda posizione in classifica e ha la fortuna di non recriminare, perché il risultato di Trapani ha chiuso ogni possibilità di conquistare la prima posizione. Dall'altra parte festeggia Potenza per aver raggiunto i play out. Una partita iniziata male per l'Assi. La zona adottata dalla squadra giallo blu non imbarazza Potenza che trova subito il tiro e i punti dalla distanza.

L'Assi contrattacca con un po' di confusione e il tiro pesante viene inibito da una difesa molto aggressiva della squadra lucana. Nel secondo quarto c'è un primo tentativo di rimonta. L'Assi soffre sotto canestro. Molti rimbalzi sono conquistati da Bagnoli e compagni. Il tentativo di rimonta viene rintuzzato. Solo al ritorno in campo la squadra di coach Putignano è più aggressiva in difesa. Diventa padrona della sua area e contrattacca in velocità.

La rimonta è figlia di questa più precisa ed efficace difesa. Sembra che le cose si mettano per il verso giusto quando nell'ultimo periodo Tommasini pareggia. Ostuni avanti di due e con la possibilità di un contropiede di Silvio Gigena che però non si concretizza con la palla che muore fra il ferro e il tabellone. Contrattacca Potenza e da un possibile + 4 si passa ad un -1. Ultimo sussulto giallo blu con una tripla impossibile di Ruggiero che pareggia a 68 punti.

Nuovo pareggio di S. Gigena a 70. Poi Potenza diventa più determinata. Non sbaglia più, mentre l'Assi non riesce a tirar fuori gli artigli per portare a casa questa partita. Chiarastella trova la tripla del 77 a 70 e non rimane che tendere l'orecchio per sapere quello che avviene sugli altri campi. Al Potenza va benissimo anche dagli altri campi. A Ostuni va comunque bene, considerando che anche nel girone A la seconda ha gli stessi punti.

Se non fosse per qualche scena di stupida arroganza e di poco fair play fra due squadre e due pubblici che si sono rispettati fino a 5" dalla sirena finale, si poteva chiudere con un bocca al lupo reciproco. I 200 tifosi ostunesi presenti a Potenza non hanno e non avevano nessun motivo per vivere questa sconfitta con motivi di tensione. Il secondo posto due mesi fa era una chimera. Oggi è una realtà. L'illusione del primo posto non si è certamente spenta questa sera. Quindi si poteva festeggiare. Ad Ostuni festeggeremo in settimana prima della Pasqua. Non è stato possibile solo anticipare la festa a Potenza. Pazienza.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seconda piazza, aspettando i play off: per l’Assi basket Ostuni il sogno A2 continua

BrindisiReport è in caricamento