rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Sport

Secondo quarto suicida: Brindisi soccombe (92-83) anche a Cremona

La New Basket parte bene ma prende un'imbarcata nel secondo periodo. Poi non riesce più a rimontare, perdendo di nove punti

BRINDISI – Con un secondo quarto suicida, la Happy Casa Brindisi getta alle ortiche la possibilità di espugnare Cremona, riportando la decima sconfitta in 12 partite. Gli uomini di coach Vitucci sono stati superati di nove punti (92-83) dalla squadra allenata dall’ex Meo Sacchetti, nel match disputato nel giorno di Santo Stefano.

La New Basket ha approcciato molto bene la partita, conquistando un vantaggio di otto punti nel primo quarto. Ma nel secondo periodo c’è stato un blackout clamoroso. Basti pensare che i biancazzurri hanno realizzato solo nove punti, mentre i padroni di casa ne hanno messi a segno ben 31, andando all’intervallo lungo sul più 15.

Nel terzo quarto gli ospiti si sono risvegliati dalla micidiale scoppola, chiudendo il periodo in attivo (18-14), ma Cremona nell’ultima frazione ha gestito senza affanni il tesoretto conquistato nella prima metà di gara, spegnendo le velleità di rimonta degli avversari.

Fra le file della Happy Casa si è distino Lalanne (22 punti, 8/10 da due), protagonista forse della miglior prestazione stagionale. Moore (18 punti, 6/10 da due, 1/3 da tre) ha fatto decisi passi in avanti rispetto alle ultime partite. Tepic (12 punto) ha dato segnali di risveglio. Ma occorreva ben altro per evitare la quarta sconfitta consecutiva. Adesso c’è da sperare che Pesaro, nel match delle 20,45, soccomba a Cantù. Perché altrimenti i punti di distacco dal penultimo posto salirebbero a quattro. Va da sé che non si potrà assolutamente fallire la gara casalinga in programma il prossimo 2 gennaio contro Varese (palla a due alle ore 20,45). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Secondo quarto suicida: Brindisi soccombe (92-83) anche a Cremona

BrindisiReport è in caricamento