rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Sport

Senza fori per la rete il PalaElio vietato al volley. A rischio il match Italia-Cuba?

BRINDISI – Palazzetto ristrutturato solo per il basket, oppure anche per le altre manifestazioni sportive di livello? La risposta esatta teoricamente è la seconda, anche se il PalaElio sembra a tutti gli effetti la casa della New Basket Brindisi, uso del parcheggio interno incluso. Ma ad aggravare il sospetto che le cose non stiano esattamente in questo modo arriva una nota densa di preoccupazione del presidente della Fipav provinciale. Secondo la federazione del volley, nel rifacimento del parquet è stata trascurata una cosa che di fatto esclude proprio la pallavolo dall’utilizzo del palasport di contrada Masseriola: i due fori per l’applicazione della rete. Se ciò fosse vero, Brindisi resterebbe certamente esclusa la possibilità di ospitare a giugno un evento mondiale affidato alla Fipav della Puglia: la scontro tra giganti Italia - Cuba della World League maschile (tappa prevista per il 3 e il 5 giugno).

BRINDISI - Palazzetto ristrutturato solo per il basket, oppure anche per le altre manifestazioni sportive di livello? La risposta esatta teoricamente è la seconda, anche se il PalaElio sembra a tutti gli effetti la casa della New Basket Brindisi, uso del parcheggio interno incluso. Ma ad aggravare il sospetto che le cose non stiano esattamente in questo modo arriva una nota densa di preoccupazione del presidente della Fipav provinciale. Secondo la federazione del volley, nel rifacimento del parquet è stata trascurata una cosa che di fatto esclude proprio la pallavolo dall'utilizzo del palasport di contrada Masseriola: i due fori per l'applicazione della rete. Se ciò fosse vero, Brindisi resterebbe certamente esclusa la possibilità di ospitare a giugno un evento mondiale affidato alla Fipav della Puglia: la scontro tra giganti Italia - Cuba della World League maschile (tappa prevista per il 3 e il 5 giugno).

"Non ho ancora avuto il piacere di visionare l'impianto" dice il presidente della Federvolley brindisina Mario Palmisano Romano, "ma non voglio proprio credere a questa storia. Ritengo che progetti che riguardano impianti sportivi non possano derogare dalla loro polivalenza non prevedendo una semplice predisposizione per le attrezzature di gioco, che possono consentire allo stesso impianto di accogliere manifestazioni di notevole richiamo mediatico e non solo, come può essere, in questo caso, una gara della nazionale di pallavolo, oppure altri importanti eventi come il Grand Prix di Ginnastica, già ospitato con successo l'anno scorso".

E se invece i fori per la struttura di sostegno della rete non ci fossero davvero? "Sarebbe veramente inaudito, un ennesimo vulnus alla città di Brindisi, all'intero territorio provinciale e a tutta la Puglia, in quanto si priverebbe dei benefici (anche in termini economici) di quanto si crea intorno a questi eventi sovranazionali, dalla presenza di pubblico alla promozione del territorio stesso. Non penso proprio che l'amministrazione abbia potuto commettere questo sgarbo alla collettività. Ma se così fosse non si potrebbe transigere nell'identificare le responsabilità".

"Se i comportamenti tenuti dall'amministrazione ed i fatti conseguenti - prosegue il presidente provinciale della Fipav - non ci consentiranno di ospitare le nazionali azzurra e cubana, chiederemo ufficialmente al sindaco on. Domenico Mennitti un impegno formale affinché venga sanata la questione. Intanto, ho dato incarico al nostro ufficio legale di valutare fatti e comportamenti per accertare le responsabilità, e di procedere all'acquisizione di tutta la documentazione del caso (progetti, delibere e quant'altro utile) per poter interessare gli organi preposti, ad iniziare dalla Corte dei Conti".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza fori per la rete il PalaElio vietato al volley. A rischio il match Italia-Cuba?

BrindisiReport è in caricamento