Domenica, 14 Luglio 2024
Sport

Serie D: l’Invicta mette paura alla Lupa, cede soltanto nel finale per 80-91

Trema la Lupa sul parquet del Pala Melfi con i ragazzi di coach Gervasi capaci di tenerla a freno per 3/4 di gara e di tenersi alla pari sino a 6:26 dal termine sul punteggio di 66-67

Trema la Lupa sul parquet del Pala Melfi con i ragazzi di coach Gervasi capaci di tenerla a freno per 3/4 di gara e di tenersi alla pari sino a 6:26 dal termine sul punteggio di 66-67: i biancoblu perdono la via del canestro e ne approfittano gli ospiti che piazzano il break decisivo in poco meno di 2:30 minuti portandosi sul 66-76 e mantenendo il distacco fino alla fine del match con sirena finale sull’80-91.

E’ stato necessario il miglior Mocavero (top scorer con 32 punti) per tenere a galla la Lupa nei primi 2 quarti: dopo aver vinto il primo quarto per 16-21 si è vista piazzare un devastante 32-20 nel secondo periodo che manda le squadre al riposo lungo sul punteggio di 48-41 in favore della formazione del presidente Pennetta.

A segno ben 7 giocatori ben ruotati da coach Gervasi che ha potuto così mantenere alta la concentrazione sui due lati del campo: vanno a segno Rollo (3), Colucci (3), Alessandro Botrugno (5), Rizzo (3), Leo (7), Andrea Botrugno (6), Quaranta (5). Sul fronte leccese come detto è Mocavero che tiene in carreggiata i suoi mettendo a segno ben 21 punti, dei quali ben 12 dalla lunetta al quale fa da spalla Caloia nel primo periodo con 7 punti.

Al rientro i ragazzi di Bray appaiono più determinati riuscendo a colmare il gap portandosi sul 62-62 alla fine del terzo periodo: è Colella a salire in cattedra imitato sul versante Invicta da Colucci, realizzando entrambi 7 punti ai quali si aggiunge il brindisino Longo, in forza alla Lupa Lecce, che inizia ad entrare più nel vivo del match.

Sarà proprio lui infatti l’ago della bilancia nell’ultimo e decisivo quarto, l’Invicta si ferma sul 66 mentre la ruota della Lupa continua a girare grazie a Longo che ne mette a segno 10 quasi consecutivi scavando il solco definitivo sulla partita. Due minuti e 30 di blackout in attacco per l’Invicta che decideranno le sorti della gara nella quale i biancazzurri non hanno demeritato giocando una partita alla pari al cospetto della prima forza del campionato e candidata al salto di categoria.

In evidenza nelle fila Invicta la buona prestazione di Davide Rizzo (14 alla fine per lui), la sua migliore stagionale e top scorer tra i suoi insieme a capitan Leo il cui apporto è sempre una costante. Bene anche i fratelli Botrugno che ne fatturano assieme 22 mentre è in ripresa Castellitto al rientro dopo l’infortunio patito nella gara con Corato.

Fondamentale l’apporto degli under schierati da Gervasi nell’economia della squadra e di questa gara in particolare con Colucci, Pulli e Rollo già nello starting five e Quaranta e Simone che si fanno trovare pronti quando chiamati in causa. Nonostante la sconfitta l’Invicta rimane in seconda posizione nel raggruppamento A in attesa di conoscere il risultato del Corato che potrebbe agganciarla a 6 punti per poi giocarsi la piazza d’onore nello scontro diretto nella trasferta di domenica 30 aprile al PalaLosito.

SERIE D MASCHILE - POULE PROMOZIONE
7^ GIORNATA - GIRONE A
INVICTA Brindisi 80 – 91 Gruppo Mediterranea LUPA Lecce
Parziali: 16-21/ 32-20/ 14-21/ 18-29
INVICTA Brindisi: Rollo 3, Botrugno Al. 10, Castellitto 8, Rizzo 14, Leo 14, Quaranta 7, Botrugno An. 12, Colucci 12, Pulli
2, Simone; All.re Gervasi
Gruppo Mediterranea Lecce: Pinto, Colella 10, Laudisa 3, Sirena 6, Assentato 2, Longo 17, Mocavero 32, Passante 5,
Caloia 16, Zezza; All.re Bray
ARBITRI: Perrone (TA) – Matarazzo (TA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D: l’Invicta mette paura alla Lupa, cede soltanto nel finale per 80-91
BrindisiReport è in caricamento