rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Sport

Show del Brindisi a Manfredonia. La zona playoff adesso è più vicina

Il miglior Brindisi della stagione espugna (1-4) con personalità lo stadio Miramare di Manfredonia, dando una dimostrazione di forza che non si era mai vista nelle precedenti sette giornate del campionato di Serie D. Dopo un primo tempo in cui hanno sprecato almeno quattro nitide occasioni da rete, i biancazzurri si sono sbloccati nel secondo tempo

MANFREDONIA – Il miglior Brindisi della stagione espugna (1-4) con personalità lo stadio Miramare di Manfredonia, dando una dimostrazione di forza che non si era mai vista nelle precedenti sette giornate del campionato di Serie D. Dopo un primo tempo in cui hanno sprecato almeno quattro nitide occasioni da rete, i biancazzurri si sono sbloccati nel secondo tempo con Molinari, partito dalla panchina. 

Una volta rotto il ghiaccio, poi, gli uomini di mister Castellucci hanno dilagato con Ancora, autore di una doppietta, e lo stesso Molinari. Proprio Ancora è stato il trascinatore degli ospiti. L’attaccante brindisino ha corso a perdifiato per l’intero arco della partita. Le sue sgroppate palla al piede sono state una costante spina nel fianco per la formazione sipontina allenata da Vadacca. 

Fin dal primo minuto di gioco, il Brindisi si è insediato nella metà campo avversaria. E se non fosse stato per un paio di grossolani errori di mira di Croce, partito titolare al posto di Molinari, la squadra avrebbe chiuso il primo tempo con almeno due gol di vantaggio. Il divario tecnico fra le due compagini è stato evidente. 

Mister Castellucci ha ancora una volta bocciato Oliveira, rimasto in tribuna. Lorito è stato schierato fra i titolari, ma il terzino barese, al momento dell’ingresso in campo, ha chiesto di essere sostituito, per un problema muscolare accusato durante il riscaldamento. Al suo posto è entrato il debuttante Ivone, brindisino doc. 

La partita. All’11’, Palumbo sbaglia un appoggio elementare, servendo l’attaccante brindisino Croce; questi salta il portiere avversario con uno stop a seguire e si ritrova a porta vuota, ma chiude troppo l’angolo al momento della conclusione, divorandosi un gol già fatto. Al 21’, l’occasione per il gol dell’1-0 capita a Ferrara, che di testa, dal limite dell’area piccola, non riesce a inquadrare la porta sugli sviluppi di un corner.  Al 23’, Croce fa da sponda per Ancora, che penetra in aera da rigore e costringe il portiere Addario a un difficilissima parata, con un diagonale rasoterra scoccato da posizione defilata.  Al 29’, Loiodice pesca Croce con un tocco filtrante dalla tre quarti; L’attaccante biancazzurro tenta di sorprendere Addario con un tiro di prima intenzione, ma scivola al momento dell’impatto col pallone. 

Al 35’, Pizzolato esce a vuoto su un traversone teso partito dalla trequarti; ben due sipontini giungono in ritardo sulla sfera, mancando l’appuntamento con il gol. Al 44’, Ivone calcia di contro balzo dal limite dell’area, ma spedisce il cuoio sul fondo. Il primo tempo si chiude a reti inviolate. 

Al 2’ della ripresa, il Brindisi spreca un’altra colossale occasione da rete: Ancora sfonda sulla sinistra e indirizza la palla verso Croce, che però arriva in colpevole ritardo sull’assist, calcolando male la traiettoria della sfera. Al 20’, Addario respinge con una bella parata un altro diagonale di Ancora. 

Al 14’, il Brindisi passa finalmente in vantaggio. E’ stato Hernan Molinari, entrato poco prima al posto di Croce, a  cambiare le sorti del match. L’attaccante argentino, spalle alla porta e con il portiere Addario alle costole, si gira, calcia di prima intenzione con un tocco morbido gonfia la rete, grazie anche alla deviazione di un difensore avversario.   Al 20’, uno straripante in Ancora irrompe nuovamente sulla sinistra. Stavolta, il suo diagonale va a bersaglio. Il Brindisi si porta sul 2-0. Al 28’, Ancora sigla la sua doppietta personale con un gol d’antologia: il centrocampista brindisino disorienta un avversario con una doppia finta e trafigge Addario con un tiro mirato all’angolo basso. 

Dopo aver calato il tris, il Brindisi accusa un momento di distrazione. Al 31’, Del Prete viene lasciato da solo nell’area piccola; per l’attaccante sipontino è un gioco da ragazzi superare Pizzolato, realizzando la rete dell’1-3. Al 39’, Pizzolato non si fa sorprendere da un tiro di Gentile. Al 42’, il rasoterra di un giocatore del Manfredonia attraversa tutta l’area piccola, spegnendosi sul fondo di pochi centimetri.  Al 45’, Molinari serve il poker con una girata da posizione impossibile: l’argentino ruota sul piede perno, sorprendendo Addario con una traiettoria da cineteca. La partita non regala altri sussulti. 

Dopo il fischio finale, i biancazzurri festeggiano insieme ai circa 30 brindisini assiepati nel settore ospiti. Grazie ai tre punti conquistati quest’oggi, gli uomini di Castellucci si avvicinano sempre di più alla zona playoff, rilanciandosi dopo un disastroso avvio di campionato. Domenica prossima, nella partita casalinga contro la Gelbison, il Brindisi cercherà la terza vittoria di fila. Sul fronte societario, non si registrano novità degne di nota.

L’amministrazione comunale è ancora al lavoro per allestire una cordata di imprenditori in grado di rilevare la società dal presidente Antonio Flora, che un paio di settimane fa ha annunciato di voler cedere le sue quote. Ma il vicepresidente Giorgio Flora, nel corso di un’intervista rilasciata a fine partita ai microfoni di Studio 100, ha aperto lo spiraglio a un possibile dietro-front del padre. L’impressione, insomma, è che non ci sia ancora nulla di definito

Manfredonia-Brindisi 1-4
Manfredonia:  Addario, Fiore, Rizzi, Gentile, Palumbo, Coccia (SImonetti dal 36’ st), Basta, Gentile (Ricucci dal 28’ st), Del Prete, La Porta, De Vita. A diposizione: Barcellona, Forte, Stajano, Totaro, Zaccardo, Molenda, Franco. Allenatore: Vadacca.
Brindisi: Pizzolato, Ivone, Raho, Danucci, Ferrara, Terracciano, Loiodice, Pollidori (Romito dal 27’ st), Croce (Molinari dall’8’ st), Ancora (Bruzzese dal 45’ st), De Vivo. A disposizione: Cattafesta, Pellegrino, Zanetti, Varzi, Romito, Bruzzese. Allenatore: Castellucci
Marcatori: Molinari (Br) al 14’ st e aò 45’; Ancora (Br) al 20’ st e al 28’ st
Arbitro: Michele Somma di Castellamare di Stabia
Note: circa 2mila spettatori, di cui una trentina  giunti da Brindisi

I risultati dell’ottava giornata: Potenza-Monopoli 0-0; Cavese-Francavilla sul Sinni 2-0; Gelbison-Bisceglie 1-3; Grottaglie-Arzanese 1-0; Manfredonia-Brindisi 1-4; Puteolana-Scafatese 0-4; San Severo-Sarnese 4-4; Taranto-Pomigliano 2-0; Fidelis Andria-Gallipoli 1-0; 
Prossimo turno, nona giornata: Arzanese-Manfredonia; Brindisi-Gelbison; Fidelis Andria-Grottaglie; Francavilla sul Sinni-San Severo; Gallipoli-Taranto; Monopoli-Puteolana; Pomigliano-Cavese; Sarnese-Potenza; Scafatese-Bisceglie.

Classifica: Fidelis Andria, Potenza 19; Bisceglie 18; Gallipoli 15; Cavese, Taranto 14; Brindisi 11; Francavilla sul Sinni, Pomigliano, Sarnese, Grottaglie 10; San Severo 9; Scafatese 8; Manfredonia 7; Monopoli 6; Arzanese, Puteolana 2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Show del Brindisi a Manfredonia. La zona playoff adesso è più vicina

BrindisiReport è in caricamento