menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un attacco delle siciliane

Un attacco delle siciliane

Sicilia amara per la Futura Basket

CATANIA - Il riscatto della settimana scorsa, quel passo in avanti contro quello indietro stasera. La Futura Basket si ferma di nuovo e si arrende sul parquet siciliano dell’Olympia Catania che si impone sulla squadra di patron Giuseppe Barretta per 72 a 62.

CATANIA - Il riscatto della settimana scorsa, quel passo in avanti contro quello indietro stasera. La Futura Basket si ferma di nuovo e si arrende sul parquet siciliano dell'Olympia Catania che si impone sulla squadra di patron Giuseppe Barretta per 72 a 62.

Una partita negativa dall'inizio alla fine per le ragazze di coach Gigi Santini che non sono mai riuscite nei 40 minuti di gara a tenere il controllo del match che è sfuggito loro dalle mani in maniera piuttosto eclatante.

Il primo quarto è stato giocato punto a punto, entrambe le squadre sono partite bene, il gioco è stato veloce, ma tirato e anche un po' sfortunato. Il tempino è terminato 21 a 22 per la Futura, un solo punto di vantaggio che, però, non ha significato praticamente nulla, considerato tutto quello che è accaduto dopo, compreso l'infortunio di Laura Perseu, guardia biancoazzurra che è stata costretta ad abbandonare la gara, mettendo in serie difficoltà l'intera squadra che fino all'ultimo ha risentito della sua assenza in campo.

Avanti con il secondo quarto, le brindisine hanno ripreso la corsa un po' abbattute, al contrario delle avversarie che sono ripartite decisamente più cariche. Vicine l'una all'altra, nessuna delle due squadre è riuscita ad incrementare il vantaggio, fino a quando l'Olimpya Catania ha allargato un poco la forbice, chiudendo la seconda frazione di gioco per 40 a 36.

La pausa lunga negli spogliatoi questa volta non è stata utile alla ripresa delle biancoazzurre. Nel terzo quarto la Futura è stata sempre in svantaggio, mentre le padrone di casa hanno continuano ad incrementare il loro alungo, allontanandosi sempre più dalle brindisine. Il tabellone infatti segnava 46-39 al 22'; 48-42 al 24' e 56-48 al 30', quando le siciliane hanno intascato anche il terzo tempino.

Ultimo quarto. Sembra non ci sia stato niente da fare. La forbice si è allargata sempre più con le ragazze di Santini ancora inesistenti che non sono riuscite in alcun modo a tener testa alle avversarie che, invece, con forza e determinazione hanno spiccato il volo. Al 31' sono state in vantaggio di 11 punti, esattamente per 61- 50; al 35' 63-54; al 37' 66-57, fino a quando non hanno chiuso tempo e match per 72 a 62, facendo ingoiare amaramente 10 punti tondi di scarto alle brindisine.

Insomma, è andata male. La Futura dovrà affrontare un altro viaggio di ritorno verso Brindisi con il morale a terra, proprio come accadde due settimane fa, quando le azzurre persero contro il Gruppo Lpa, ad Ariano Irpino in un modo molto simile, lasciando su quel parquet lo stesso numero di punti che stasera ha segnato la vittoria dell'Olympia Catania.

E' evidente che il calore di casa è tutta un'altra storia. La settimana prossima la squadra brindisina ospiterà al PalaPentassuglia il Minibasket Battipaglia. Potrà, pertanto, contare sul pubblico, sul cosiddetto "sesto uomo" in campo.

Olympia 68 Catania - Futura Basket Brindisi 72-62

Parziali: 21-22, 40-36 (19-14); 56-48 (16-12); 72-62 (16-14)

PalaCatania (corso Indipendenza - San Leone di Catania), sabato 16 novembre, ore 18.00

Olympia 68 Catania: Guerri, Buzzanca 14, Ferlito, Pavia 13, Seino 5, Anechoum n.e., La Manna, Melissari 16, B?ezinová 22, Antonelli 2. All.: Porchi

Futura Basket Brindisi: Boccadamo, Perseu 2, Manzini, Tagliamento 9, Diodati 1, Diene 6, Gatti 10, Siccardi 28, Giorgino n.e., Egle 6. All.: Santini

Arbitri: Andrea Giacalone di Trapani e Dario Lombardo di Siena

Ufficiali di campo: Antonio Giuliano, Filippo Patanè e Domenica Urso

Spettatori: 100 circa

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento