rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Sport

Silva a carte coperte col Cisco Roma

BRINDISI - “La formazione la deciderò domani, poco prima di trasferirci dal ritiro allo stadio Fanuzzi”. Massimo Silva, allenatore del Football Brindisi, su questo fronte non lascia spazi di manovra. E’ chiaro che la formazione anti Cisco Roma ce l’ha già in mente, almeno per dieci/undicesimi. Ma, come è sua abitudine, non la rivela. Non è pretattica. E probabilmente nemmeno una forma di scaramanzia.

BRINDISI - "La formazione la deciderò domani, poco prima di trasferirci dal ritiro allo stadio Fanuzzi". Massimo Silva, allenatore del Football Brindisi, su questo fronte non lascia spazi di manovra. E' chiaro che la formazione anti Cisco Roma ce l'ha già in mente, almeno per dieci/undicesimi. Ma, come è sua abitudine, non la rivela. Non è pretattica. E probabilmente nemmeno una forma di scaramanzia.

Forse, molto più semplicemente, serve a tenere alta la concentrazione di tutti i giocatori e non soltanto degli undici che dovranno scendere in campo. Oggi, subito dopo la rifinitura svolta in mattinata nello stadio Fanuzzi, Silva ha reso noto l'elenco dei convocati. Diciannove giocatori. I portieri Pinzan e Ferrante. I difensori Taurino, Idda, Pasqualini, Maulella e Montella; i centrocampisti Battisti, Minopoli, Piccinni, Fiore, Pizzolla e Mortelliti; gli attaccanti Da Silva, Galetti, Moscelli, Siclari, Alessandrì e Albadoro.

Non ci sono nell'elenco Trinchera, squalificato per una giornata, e Carcione, infortunatosi la settimana scorsa in allenamento. Venerdì scorso, prima di sciogliere le riga dato che la domenica il campionato era fermo, Carcione avvertì un fastidio muscolare. Non ci diede peso pensando a un affaticamento. Invece, martedì, alla ripresa, ci si rese conto che il problema era più serio e quasi certamente lo costringerà a saltare anche la prossima gara.

Con la Cisco Roma, il Brindisi si gioca gran parte delle restanti chance di entrare nella griglia play off. "E' una gara importante - ammette l'allenatore del Brindisi -. Abbiamo lavorato molto. Ai miei ragazzi ho chiesto uno sforzo suppletivo. Dobbiamo per forza tornare alla vittoria".

La Cisco è una squadra tosta. Terza in classifica, ha inanellato quattro successi consecutivi e sbarca al Fanuzzi con l'obiettivo di fare cinquina. Giuseppe Incocciati e i suoi ragazzi sono arrivati ieri in aereo dalla capitale. L'allenatore della terza squadra di Roma ha tutti a disposizione. Ha recuperato pure Lanteri e Di Vicino e può contare sul leader della classifica cannonieri Ciofani. Incocciati ha anche convocato Daniele Proia, centrocampista nato nel 1993. Un giovanissimo, molto bravo, che il tecnico conosce bene per averlo allenato alcuni anni fa negli Allievi nazionali.

Tra Football Brindisi e Cisco Roma sono pochissimi i precedenti. Appena tre. Il primo risale al campionato 2003-2004, quando il Brindisi arrivò secondo ad un solo punto dal Frosinone che fu promosso in C1. Il Brindisi perse la C1 a Barcellona Pozzo di Gotto, contro l'Igea Virus, per un erroraccio del portiere Adami. In quel campionato vinse all'andata con la Cisco per 2-1 e al ritorno ancora vittoria biancazzura per un gol a zero. All'andata di questo campionato, a Roma, nello stadio Flaminio, ha vinto la Cisco per 2-0. E ora ci vuole riprovare.

Indubbiamente sarà una gara molto dura per entrambe le contendenti. Sono due ottime squadre. Il Brindisi non è di certo da meno dei romani, anche se il campionato ha preso una piega molto diversa da quella che era stata programmata e ci si aspettava. Per i padroni di casa, comunque, nulla è perduto. E' vero che le due ultime sconfitte hanno compromesso la sua rincorsa ai play off. Ma c'è ancora la possibilità di rimediare. Vincendo domani. Arbitra Enrico Zanichelli, 34 anni, di Genova. Un arbitro che ha già diretto due gare della Cisco Roma: nel 2006 Cisco-Paganese e nel 2007 Prato-Cisco Roma. Entrambe le gare furono vinte dalla formazione capitolina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Silva a carte coperte col Cisco Roma

BrindisiReport è in caricamento