rotate-mobile
Sport

Sosta di campionato provvidenziale per Rastelli e per gli infortunati

BRINDISI – Una giornata in più di riposo. Il Football Brindisi ricomincia domani ad allenarsi e per qualche giorno l’allenatore Massimo Rastelli punterà ancora sul miglioramento della forza. Un aspetto che nei mesi scorsi è stato un tantino trascurato. Quindi per due giorni, giovedì e probabilmente venerdì, doppia seduta di allenamento con molta palestra e atletica.

BRINDISI - Una giornata in più di riposo. Il Football Brindisi ricomincia domani ad allenarsi e per qualche giorno l'allenatore Massimo Rastelli punterà ancora sul miglioramento della forza. Un aspetto che nei mesi scorsi è stato un tantino trascurato. Quindi per due giorni, giovedì e probabilmente venerdì, doppia seduta di allenamento con molta palestra e atletica.

La squadra si allenerà anche sabato e domenica, poi lunedì tutti a casa per ricominciare martedì e prepararsi per la trasferta di Milazzo.Una sosta del campionato decisamente salutare perché consentirà a Cejas, a Taurino, a Pizzolla di recuperare per bene dagli infortuni subiti. Taurino ha disputato le ultime due gare, dopo due mesi di assenza, ma non era ancora al top. Eppure la differenza nel reparto difensivo si è vista. Reparto nettamente migliorato con l'inserimento del terzino Radi, ultimo acquisto in casa biancazzurra. Un difensore di fascia che ha una buona velocità ed un piede eccellente. Ottimi i suoi calci piazzati.

Questa settimana non si allenerà Piro, non ancora in condizioni di farlo, mentre è definitivamente fermo Manoni che ha un problema ad un ginocchio e dovrebbe essere sottoposto a intervento chirurgico. La squadra torna a lavorare domani rinfrancata dalla vittoria di domenica sul Catanzaro. Non è stata una passeggiata perché i calabresi non hanno nulla da perdere e poi si sono galvanizzati dopo il calcio di rigore sbagliato da Moscelli. Peraltro, riuscire a perforare la muraglia che i calabresi alzavano davanti alla loro porta non era facile. Sino all'espulsione di Di Meglio si chiudevano in dieci in difesa.

A proposito di Moscelli. Il giocatore sta subendo molto la pressione psicologica del gol che non arriva. Nella penultima gara sbagliò un gol fatto, e domenica, dopo il rigore, non trasformato, è stato fischiato. Moscelli è un giocatore che subisce molto queste situazioni, si innervosisce e non rende per quel che dovrebbe. E' già accaduto quando arrivò a Brindisi due anni fa. Per diverse gare non riusciva a mettere il pallone in rete. Poi al primo gol si sbloccò e ritornò il giocatore castigamatti di sempre.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta di campionato provvidenziale per Rastelli e per gli infortunati

BrindisiReport è in caricamento