Taekwondo, gare online: il maestro Spinelli si impone anche in Venezuela

Il direttore dell’Asd “Pennetta Rosa” conquista la IV Coppa Viva Venezuela, con le forme “Jitae e Sipjin” nella categoria + 61 Elite

BRINDISI - Il maestro Cosimo Spinelli, cintura nera 8° Dan, direttore dell’Asd Taekowndo “Pennetta Rosa” – Brindisi, vince anche in Venezuela Venezuela (IV Coppa Viva Venezuela), con le forme “Jitae e Sipjin” nella categoria + 61 Elite al “Campionato Internazionale di Taekwondo Online Viva Venezuela” con un punteggio di 7,10, dopo essersi in posto in America “Lockdown Covid-19 Poomsae Online Video Championships 2020”(primo posto), Arezzo “Coppa Chimera” (primo posto), Firenze “Technic Cup” a squadre regionali (secondo posto) e terzo posto in India “1st India Online Open Taekwondo Poomsae Championships”.

Sedici le nazioni partecipanti (America, Bolivia, Colombia, Ecuador, Filippine, India, Italia, Messico, Nicaragua, Panama, Perù, Russia, Spagna, Tunisia, Ucraina e Venezuela), per un totale di circa 200 atleti partecipanti. La giuria era composta da arbitri di comprovata esperienza: Bledy Chong, Josè Vergas, Javier Alvarez, Sergio Poleo, Antonio Ortiz e Ricardo Martinez i quali, dopo aver visionato tutti i video, hanno emanato il loro verdetto.Si può dire, che il covid - 19, non ha fermato il Taekwondo, i ragazzi della “Pennetta Rosa” in questi 5 mesi, hanno partecipato a: 4 campion ati interregionali, 1 campionato nazionale Italia & Korea – Ripartiamo Insieme) e 4 campionati internazionali.

Le dichiarazioni del maestro Spinelli: “Con la ripresa dell'anno sportivo, ci aspettiamo un pronto intervento delle istituzioni competenti per ripristinare le condizioni di normalità nel rispetto delle concessioni e delle assegnazioni stipulate con gli enti locali". "Il mio augurio è che lo sport a Brindisi non muoia, per permettere a tutto il movimento sportivo di continuare nelle attività affinché i nostri ragazzi possono crescere lontano dai pericoli e da condizioni malsane.  Ci tengo ad affermare a gran voce che il Taekwondo e gli altri sport da combattimento, insegnano la disciplina, l'autocontrollo e la non violenza, contrariamente a quanto ci hanno trasmetto i fatti di pochi giorni fa, questi cinque ragazzi prepotenti hanno ammazzato il povero Willy Monteiro. Ricordiamoci che il vero sport è quello che riesce a trasmettere il rispetto non solo per se stessi ma soprattutto per i propri avversari”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento