menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Taekwondo: il brindisino Attilio Ventola ai campionati europei under 21

L'atleta della “Taekwondo Gold Team” del maestro Marco Cazzato è stato convocato in nazionale per prendere parte all'importante manifestazione, in programma dal 6 al 9 aprile in Bulgaria

BRINDISI - L’atleta brindisino Attilio Ventola, della “Taekwondo Gold Team”del Maestro Marco Cazzato, è stato convocato per i campionati europei under 21 di tawkwondo che si svolgeranno da giovedì (6 aprile) a domenica a Sophia, in Bulgaria.

Il campionato, il primo Europeo del nuovo quadriennio Olimpico, sarà un grandissimo banco di prova per gli atleti appena passati alla categoria "Senior" alla ricerca di un posto nella Nazionale maggiore in vista dei Campionati Mondiali di giugno in Corea del Sud e per tutti gli "Junior" in cerca di conferme in previsione degli Europei Juniores che si terranno a Cipro il prossimo novembre. 

Alla competizione prenderanno parte, infatti, gli atleti nati nel 1997,1998,1999, 2000 e 2001 e si confronteranno in una nuova esperienza piena di cambiamenti, sia dal punto di vista del combattimento (con il nuovo regolamento Wtf) che nell'atmosfera.

Per Ventola si tratta della seconda esperienza in un campionato europeo con la maglia azzurra, dopo la medaglia di bronzo conquistata nel 2015 agli europei Juniores in Lettonia .

Il maestro ed i compagni di squadra fanno ad Attilio ed a tutti gli atleti della nazionale italiana un grosso in bocca al lupo augurandogli di fare bene e di tenere alti i colori della propria nazione.

Ancora una soddisfazione quindi per la società brindisina, oramai da anni ai vertici nelle competizioni nazionali ed internazionali, difatti oltre a Ventola arriva la convocazione in azzurro di un altro atleta, classe juniores, Antonio Esposito, il quale partirà per Roma il prossimo 17 aprile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento