rotate-mobile
Sport

Tennis: il Ct Brindisi sigla il pareggio contro il Padova. Sfuma il sogno dell'A2

Il sogno dell'A2 sfuma sotto gli occhi del Circolo Tennis Brindisi che sui campi del sodalizio di via Ciciriello, nella gara di ritorno della fase playoff, sigla il 3 pari contro il Tennis Club Padova perdendo così la possibilità di balzare alla massima categoria

BRINDISI - È stato bello crederci fino alla fine, ma il sogno dell'A2 sfuma sotto gli occhi del Circolo Tennis Brindisi che sui campi del sodalizio di via Ciciriello, nella gara di ritorno della fase playoff, sigla il 3 pari contro il Tennis Club Padova perdendo così la possibilità di balzare alla massima categoria. 

Due nel primo scontro, quello in trasferta, tre nel secondo, casalingo per un totale di  cinque punti: la squadra brindisina capitanata da Alberto Ciampa resta in serie B, non essendo riuscita nelle due gare playoff a conquistare i sette punti necessari per la promozione in A2.  

E se da un lato per i ragazzi del  Ct Brindisi la sconfitta è amara, dall'altro c'è la soddisfazione di aver lottato in campo fino alla fine, di aver giocato un campionato da veri protagonisti, maturando un curriculum in cui è segnato un solo pareggio e cinque vittorie consecutive nella fase regolamentare. Un'avventura senza precedenti:  era la prima volta, infatti, dal 1961 (anno di nascita, ndr) che il sodalizio di via Ciciriello giocava per la promozione in A2 in una competizione a squadre, nonostante per Brindisi, questo appena terminato, sia stato il secondo campionato in serie B. 

Nei singolari: Radic (Padova, cat. 2.1) ha battuto Gianmarco Cacace (Brindisi, cat. 2-3) 6-3/6/0; Gianmarco Saccone (Brindisi, cat. 2-5) ha battuto Garbin (Padova, cat. 2-5) 7-6 (2)/ 6-3; Pastorino (Padova, cat 2-6 ex numero 300 classifica Atp) ha battuto Vito Tarlo (Brindisi, cat. 2-8) 6-0/6-0; Luca Bray (Brindisi, cat. 3-2) ha battuto Musiani (Padova, cat. 2-8) 3-6/6-1/6-2.  Nei doppi: Pastorino-Radic hanno battuto Cacace-Saccone 6-4/6-2; D'Adamo-Tarlo in vantaggio per 7-6 (6)/2-0 hanno battuto Garbin-Musiani che hanno scelto di ritirarsi prima della fine del match. 

Alberto Ciampa"Eccoci qui, non siamo riusciti a realizzare una grande impresa -ha affermato Alberto Ciampa -, ma d'altra parte posso dire di essere  orgoglioso di tutti i miei ragazzi e soddisfatto del risultato che abbiamo raggiunto: il nostro obiettivo iniziale era la permanenza in B e nessuno si aspettava che saremmo arrivati a giocare i playoff per la promozione in A2. In questa ultima fase ci è mancato un pizzico di 'cattiveria' in campo, ma per il resto penso che nessuno di noi si possa rimproverare nulla." 

"È vero, Tarlo ha perso due match fondamentali - prosegue Ciampa -  ma bisogna riconoscere anche che ha giocato un campionato eccellente: nella fase regolamentare non ha perso un incontro, vincendo diversi match contro pronostico. Se siamo arrivati quindi, così in alto, gran parte del merito è suo. Il Padova è una grande squadra, sicuramente molto forte, ma questa non può essere una giustificazione, noi potevamo farcela e il pareggio in casa ne è la dimostrazione. In ogni caso, siamo contenti ugualmente, abbiamo vinto lo stesso. Ora non resta che rialzarsi, riprendere gli allenamenti e programmare la prossima stagione sportiva per continuare a regalare al nostro circolo grandi emozioni". 

Adesso, tutto è rimandato al prossimo anno. Non sarà facile ricominciare, ma Brindisi con forza, determinazione e grande spirito di squadra ha tutte le carte in regolare per cercare e trovare il riscatto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tennis: il Ct Brindisi sigla il pareggio contro il Padova. Sfuma il sogno dell'A2

BrindisiReport è in caricamento