rotate-mobile
Sport

Col Veroli l'Assi deve convincere in casa

OSTUNI - Si potrebbe pensare al “miracolo” Ostuni, viste le tre vittorie fuori casa, l’ultima, per giunta, contro la storica Fortitudo Bologna. La cosa certa è che le prossime squadre che giocheranno contro l’Assi dovranno avere una tensione ed un’attenzione maggiore nell’affrontare questa “banda di ragazzini“ scalmanati. In casa ostunese invece, c’è la consapevolezza che, nonostante questi risultati siano importanti, per arrivare tranquillamente all’obiettivo salvezza bisogna cominciare a vincere sul campo amico. Domenica la prova del nove sarà contro una compagine che pur non avendo avuto un buon avvio di campionato è fra le più accreditate della Legadue: la Prima Veroli, affidata dalla scorsa partita a Nando Gentile, uno dei “pupilli ” di coach Marcelletti ai tempi dello scudetto di Caserta. “Nando come allenatore è giovane – afferma Marcelletti - ma sono certo che potrà fare molto bene, sia per il bagaglio acquisito come giocatore e sia perché è stato allenato da grandi coach ( Bogdan Tanjevic , Zelemir Obradovic ) ai quali avrà ‘rubato’ la capacità tecnica e tattica ”.

OSTUNI - Si potrebbe pensare al "miracolo" Ostuni, viste le tre vittorie fuori casa, l'ultima, per giunta, contro la storica Fortitudo Bologna. La cosa certa è che le prossime squadre che giocheranno contro l'Assi dovranno avere una tensione ed un'attenzione maggiore nell'affrontare questa "banda di ragazzini" scalmanati. In casa ostunese invece, c'è la consapevolezza che, nonostante questi risultati siano importanti, per arrivare tranquillamente all'obiettivo salvezza bisogna cominciare a vincere sul campo amico. Domenica la prova del nove sarà contro una compagine che pur non avendo avuto un buon avvio di campionato è fra le più accreditate della Legadue: la Prima Veroli, affidata dalla scorsa partita a Nando Gentile, uno dei "pupilli " di coach Marcelletti ai tempi dello scudetto di Caserta. "Nando come allenatore è giovane - afferma Marcelletti - ma sono certo che potrà fare molto bene, sia per il bagaglio acquisito come giocatore e sia perché è stato allenato da grandi coach ( Bogdan Tanjevic , Zelemir Obradovic ) ai quali avrà 'rubato' la capacità tecnica e tattica ".

E proprio dal cambio dell'allenatore i laziali saranno molto più motivati: "Veroli ha un roster formato da dieci giocatori tutti in grado di tenere il campo senza che l'intensità cali - continua il coach ostunese -, con guardie pericolose sul perimetro nel tiro da tre punti. Sotto canestro svetta il finlandese Gerald Raimond Lee (ex Udine) che penso sia uno dei centri più forti e completi del campionato. Per quel che ci riguarda dobbiamo affrontare la partita con la massima attenzione e l'atteggiamento che ci deve contraddistinguere sempre è quello di non mollare mai. Il gruppo sta lavorando bene: sono tutti molto motivati, stanno verificando con mano che i sacrifici fatti in palestra possono portare belle soddisfazioni e che alla lunga il duro lavoro paga. Sanno che per loro è un'occasione unica e stanno facendo di tutto per sfruttarla al meglio".

I laziali dovranno essere presi con le pinze: nel parco guardie troviamo giocatori come Jason Rowe e Jarrius Jackson, ottimi tiratori dalla lunga distanza ed insieme a loro il giovane talento (classe 1990) Roberto Rullo che vanta un 61% nel tiro dai tre punti. Sotto canestro al finlandese Gerald Raimond Lee danno una grossa mano David Brkic e l'esperto Ivan Gatto. Completano il roster Riccardo Cortese, l'ex Ostuni Claudio Tommasini, Marco Ammannato e Martin Colussi. Insomma coach Gentile sicuramente non ha problemi nelle rotazioni. Cosa diversa per Marcelletti: in settimana Marino e Carenza hanno subito un infortunio alla caviglia e quindi in questi due giorni verrà verificata la possibilità del loro utilizzo. Nel frattempo Rossetti è completamente recuperato, mentre per Williams la situazione verrà valutata nella prossima settimana. Grande attesa per questo incontro da parte del pubblico ostunese, che dopo aver colorato il PalaDozza di Bologna, pare stia preparando un'accoglienza ancora più calda per i suoi beniamini. La partita avrà inizio domenica alle 18.15 e si giocherà nel PalaPentassuglia di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Col Veroli l'Assi deve convincere in casa

BrindisiReport è in caricamento