Ultras intemperanti, un'altra multa per il Football Brindisi

BRINDISI – Questa volta, tutto sommato, è andata bene al Football Brindisi. Il giudice sportivo ha inflitto alla società soli 1.500 euro di ammenda per il lancio di oggetti avvenuto al 31’ del secondo tempo quando l’assistente Gianluca Tiburzi ha convinto l’arbitro Johannes Donati a concedere un rigore contro il Brindisi per un presunto fallo di mano di Lispi. In campo sono arrivate bottigliette di acqua, aste, monetine.

Il rigore contestato (Foto V. Massagli)

BRINDISI – Questa volta, tutto sommato, è andata bene al Football Brindisi. Il giudice sportivo ha inflitto alla società soli 1.500 euro di ammenda per il lancio di oggetti avvenuto al 31’ del secondo tempo quando l’assistente Gianluca Tiburzi ha convinto l’arbitro Johannes Donati a concedere un rigore contro il Brindisi per un presunto fallo di mano di Lispi. In campo sono arrivate bottigliette di acqua, aste, monetine.

Il timore era che venisse data al Brindisi un’ammenda molto più sostanziosa, tenuto conto che la domenica precedente per alcuni spruzzi d’acqua e una bottiglietta di plastica lanciata in direzione del guardalinee mentre rientrava nello spogliatoio e caduta a un metro di distanza, l’ammenda era stata di tremila euro.

Certo, i tifosi una calmata dovrebbero darsela. In tre gare la società ha già ricevuto tre ammende per complessivi 5.300 euro. Buttare il denaro in questo modo non è proprio il caso. Anche perché se il guardalinee è stato artefice di una decisione ingiusta, con il lancio delle bottiglie, delle monetine e delle aste cambia qualcosa? Riteniamo proprio di no. Ai fini della decisione e del risultato della gara non cambia nulla. Cambia invece nelle casse della società che ogni domenica si vede costretta a esborsi per questi gesti inconsulti.

Sempre in merito alla gara di domenica scorsa è stato diffidato Piro. L’esterno destro di attacco ha ricevuto il terzo cartellino giallo ed è quindi scattata la diffida. Al prossimo giallo ci sarà la squalifica per una giornata.

E veniamo all’allenamento di oggi. E’ rimasto al palo Roberto Taurino. Ha la caviglia sinistra gonfia e per il momento non se ne parla che possa riprendere. E’ quasi certo che domenica a Matera non ci sarà. Ha invece ripreso ad allenarsi il terzino Fruci. Oggi non c’era Coduti, impegnato nell’allenamento con gli azzurrini dell’Under 20 di Lega Pro. Rientrerà venerdì. Tutti gli altri stanno bene, anche per quanto riguarda il morale. La vittoria, voluta, cercata, conquistata con il cuore e la grinta, hanno dato una marcia in più ai giocatori che sono determinati a conquistare domenica la vittoria a Matera. Tra i lucani sarà assente il terzino destro Dario Fedi, squalificato per una giornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento