rotate-mobile
Sport

Un occhio ai gironi: quanta amarezza per il ripescaggio mancato

BRINDISI – Fa rabbia scorrere i nuovi gironi di Prima e Seconda divisione, con tante squadre che lo scorso campionato facevano compagnia al Football Brindisi e arrivate in classifica sotto la squadra biancazzurra che ora si trovano in Prima divisione. Parliamo del Barletta, che quanto meno ha partecipato ai play off (perdendo entrambe le partite con il Catanzaro), ma anche di Siracusa e addirittura della Nocerina che nel girone B della Seconda divisione era situata nella parte bassa della classifica.

BRINDISI - Fa rabbia scorrere i nuovi gironi di Prima e Seconda divisione, con tante squadre che lo scorso campionato facevano compagnia al Football Brindisi e arrivate in classifica sotto la squadra biancazzurra che ora si trovano in Prima divisione. Parliamo del Barletta, che quanto meno ha partecipato ai play off (perdendo entrambe le partite con il Catanzaro), ma anche di Siracusa e addirittura della Nocerina che nel girone B della Seconda divisione era situata nella parte bassa della classifica.

Il Brindisi nell'elenco dei ripescaggi era quarto. Praticamente in Prima divisione. Ma tutte le vicissitudini societarie per la decisione dei fratelli Barretta di lasciare, e il mancato accordo con la cordata di Brindisi disposti a presentare domanda di ripescaggio solo se la squadra l'avessero avuta gratis, hanno portato al dover dire addio al sogno di giocare in Prima divisione. Il resto è noto. I Barretta hanno ceduto a Vittorio Galigani e a una cordata di tarantini. Cessione che ancora non è stata formalizzata. Ma nel frattempo Vittorio Galigani e il suo staff stanno completando la formazione che giocherà a partire dal 22 agosto nel girone C del campionato di Seconda divisione.

Girone che comprende Avellino, Aversa Normanna, Brindisi, Campobasso, Catanzaro, Fondi, Isola Liri, Latina, Matera, Melfi, Milazzo, Neapolis Mugnano, Pomezia, Trapani, Vibonese e Vigor Lamezia. Un girone che non sembra proibitivo. Con Catanzaro (se riesce a superare del tutto i problemi finanziari: come il Brindisi ha rinunciato al ripescaggio) e Avellino che potrebbero ambire alla promozione in C1. Ma è presto per poter azzardare previsioni. Lo scombussolamento che è avvenuto con i ripescaggi e quindi con squadre che ora dovranno essere allestite in fretta e furia, influirà di sicuro sull'andamento del campionato che avrà inizio domenica 22 agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un occhio ai gironi: quanta amarezza per il ripescaggio mancato

BrindisiReport è in caricamento