Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

"Una grande festa i campionati di canottaggio, accolte migliaia di persone"

Grande soddisfazione per il successo riscosso dai campionati italiani di canottaggio che fra ieri e oggi (2 ottobre) si sono svolti nel Seno di Ponente,

BRINDISI –  A 66 anni dal “Campionato Italiano del Mare”, disputato il 7 luglio 1950, il Porto di Brindisi è stato il naturale IMG_9991-2e spettacolare teatro del campionato di tipo regolamentare di canottaggio che ha visto battere tutti i record di presenza, tra atleti, che hanno raggiunto le 680 unità, e società sportive provenienti da tutta l’Italia, 63.

Numeri alla mano, è vero, ma l’emozione di vivere alla Lega Navale Italiana di Brindisi l’aria di divertimento, di spensieratezza, condita da giovani e meno giovani imponenti e muscolosi, uomini e donne tutti entusiasti del luogo e dell’accoglienza, tra dialetti napoletani e fiorentini, tarantini e veneziani, beh, quella è un’altra cosa, tutta da vivere.

Una grande festa, partecipata da tutti ed organizzata dalla Lega Navale di Brindisi che da mesi, si è spesa per organizzare un così rilevante evento. Tantissimi soci della LNI di Brindisi che volontariamente si sono prestati a fare ogni cosa, dai segretari agli accompagnatori, dai direttori del traffico ai conduttori dei gommoni della giuria, senza risparmiarsi, accogliendo le migliaia di persone provenienti da ogni parte dell’Italia.

Ma tutto questo, è stato potuto realizzare grazie al fondamentale apporto delle Istituzioni tutte: la Capiteneria di Porto, la Marina Militare, il Comune di Brindisi, l’Autorità Portuale, nonché naturalmente dal CONI e dalla Federazione Italiana di Canottaggio presieduta da quel Abbagnale, sempre famoso nei nostri cuori.

Un fulgido esempio di efficienza e di organizzazione che ha dimostrato che anche a Brindisi, con il giusto entusiasmo, apparati pubblici di tipo militare hanno saputo dare la giusta risposta alla città: un plauso alla Marina Militare e alla Capitaneria di Porto che hanno spostato le navi e tolto boe d’acciaio in giacenza nel porto ed aperto proprie strutture per il ricovero dei numerosi mezzi, come anche alla Autorità portuale che ha accelerato i lavori presso la banchina del monumento, ed al Comune di Brindisi che attraverso il proprio assessore, il dirigente del settore e la polizia municipale, hanno finanche chiuso tutta la Via Amerigo Vespucci per quasi 3 giorni.

Insomma un evento di cui essere davvero orgogliosi, tutti noi cittadini, perché abbiamo dato a questi ospiti, la più bella immagine della nostra città, come 70 anni fa. 

LE FOTO SONO DI DIEGO SCEVOLA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una grande festa i campionati di canottaggio, accolte migliaia di persone"

BrindisiReport è in caricamento