Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

Venerdì pomeriggio l'incontro tra Mennitti e Pupino sulle sorti del Football Brindisi

BRINDISI – Si incontreranno venerdì pomeriggio, alle 17,30, il sindaco Domenico Mennitti e il presidente del Football Brindisi 1912 Antonio Pupino. La notizia è ufficiale. “Lo scopo dell’appuntamento – fa sapere la società sportiva - è quello di fare il punto della situazione societaria e coinvolgere, con l'aiuto del primo cittadino, soggetti economici che attraverso molteplici forme di avvicinamento, possano agevolare il presente e soprattutto dare un futuro certo al Calcio brindisino”.

Antonio Pupino

BRINDISI - Si incontreranno venerdì pomeriggio, alle 17,30, il sindaco Domenico Mennitti e il presidente del Football Brindisi 1912 Antonio Pupino. La notizia è ufficiale. "Lo scopo dell'appuntamento - fa sapere la società sportiva - è quello di fare il punto della situazione societaria e coinvolgere, con l'aiuto del primo cittadino, soggetti economici che attraverso molteplici forme di avvicinamento, possano agevolare il presente e soprattutto dare un futuro certo al Calcio brindisino".

Attività, frenetica, dunque, per cercare di salvare la società dai debiti in cui si trova. Entro il 14 febbraio dovrà attestare alla Lega di avere versato ai dipendenti vari, tra emolumenti e tasse varie, qualcosa come seicentomila euro. E allo stato sembra poco probabile che ciò possa accadere. Probabilmente solo un miracolo potrebbe consentire questo adempimento, che se non si farà porterà ad una nuova penalizzazione: per la stessa ragione proprio ieri è stato tolto un punto alla classifica del Brindisi che scende da 19 a 18. Ma non è questo il male peggiore. Il problema è che se non si trovano imprenditori disposti ad intervenire nel risanamento della società, il Brindisi è destinato a scomparire. Non per retrocessione ma per fallimento.

Su questo fronte stanno lavorando il sindaco e Pupino. Mennitti sa benissimo che Pupino da solo non ce la potrà mai fare. Aveva posto come condizione per un suo interessamento l'uscita di scena di Vittorio Galigani, che è avvenuta: dal 27 gennaio non è più presidente e nella società, con il 2% intestato alla moglie Maria Sperti, non ha nessun potere decisionale. Peraltro, ieri, Galigani, è stato inibito a svolgere qualsiasi ruolo per quaranta giorni nell'ambito del procedimento che ha portato alla penalizzazione di un punto.

Si sta, dunque, cercando di trovare una soluzione. La buona volontà c'è. Mancano però gli attori. Sinora ne sono transitati in tanti sul palcoscenico. Ma sono state solo apparizioni fugaci, qualche momento sotto ri riflettori, i nomi sui giornali e poi eclissati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venerdì pomeriggio l'incontro tra Mennitti e Pupino sulle sorti del Football Brindisi

BrindisiReport è in caricamento