menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittoria con il cuore contro Reggio Emilia: la Happy Casa è salva

La New Basket si impone (75-72) contro la Grissin Bon, centrando l'obiettivo della permanenza nel massimo campionato. Gara soffertissima al PalaPentassuglia

BRINDISI – La Happy Casa Brindisi è salva. L’agognato traguardo è stato raggiunto al termine di un match tiratissimo contro Reggio Emilia, alla penultima giornata del massimo campionato. I biancazzurri si sono imposti con un gap di soli tre punti (75-72) dopo aver dissipato un vantaggio massimo di 20 lunghezze toccato all’inizio del terzo periodo.

Il roster di Vitucci ha avuto il merito di reagire a un parziale potenzialmente da ko (10-24) rimediato fra il 22’ e il 30’ e di riprendere in mano un match che stava prendendo una bruttissima piega. Basti pensare che al 35’, Reggio Emilia si era rifatta sotto, portandosi a un solo punto dagli avversari.

Ma la New Basket oggi non avrebbe meritato la sconfitta, per la determinazione e l’aggressività con cui ha interpretato il primo tempo. Fondamentali le prestazioni di Smith, Lydeka e Tepic. Una spinta importante, nella fase critica, è arrivata anche dal pubblico. I tifosi hanno vissuto in apnea un finale incandescente, tenuto conto anche delle cattive notizie che arrivavano da Pesaro e Capo D’Orlando, che hanno battuto rispettivamente Venezia e Cantù.

Happy Casa-Reggio Emilia, Tepic-3

Primo quarto

La New Basket parte con Suggs, Tepic, Smith, Lydeka e Giuri. Coach Menetti schiera nello starting five Della Valle, Reynolds, Markoishvili, De Vico.

L’avvio di gara è a ritmi serrati. Entrambe le squadre giocano con altissima intensità, prediligendo la soluzione della penetrazione centrale. Al 7’ Brindisi cerca di imprimere la propria impronta al match, conquistando il primo vantaggio di una certa consistenza (15-9). E’ Lydeka, dominante sotto le plance, il faro delle manovre offensive biancazzurre. Sul pezzo anche Suggs e Smith. Grazie alle loro iniziative, il vantaggio della Happy casa tocca quota più 9 (21-12) all’8, per poi scendere a 5 alla fine del periodo (22-17).

Secondo quarto

Brindisi tiene alto il livello della concentrazione. Suggs & co. difendono senza sbavature e attaccano con determinazione. Mesicek sale in cattedra al 13’ con il canestro (una splendida tripla) del più 15 (34-19), poi Suggs arrotonda con un’altra tripla, scavando un solco ancor più profondo (36-19). Nessuno fra i biancazzurri gioca al di sotto della sufficienza. Fra i più brillanti Mesicek, grande protagonista del secondo periodo. Va detto però che la Stella del Sud è agevolata (non poco) dai biancorossi, protagonisti di una lunga sequela di errori sotto canestro. Se il primo tempo si chiude sul 14 per la Stella del Sud (44-30) buona parte del “merito” è proprio del roster di Menetti.

Happy Casa-Reggio Emilia, Smith-3

Terzo quarto

L’intervallo lungo non cambia l’inerzia della partita. Pronti via, Lydeka va subito a segno con i tiri liberi del più 16 (46-30). Brindisi non si ferma e con altri due canestri in rapida successione dello stesso Lydeka e di un ispiratissimo Tepica vola sul più 20 (50-30). Stordita dal furore agonistico della Happy casa, Reggio continua a commettere errori (anche grossolani) in serie. Ma proprio nel momento di maggior difficoltà, la Grissin Bon si ricompatta e gradualmente si riavvicina alla Happy Casa (55-45 al 26’), approfittando anche di un calo fisico dei padroni di casa. Gli ospiti, trascinati da Della Valle, tornano in partita al 29’, quando il gap si assottiglia a soli 5 punti (57-52). Alla fine del periodo, Brindisi è avanti di due possessi (60-54).

Happy Casa-Reggio Emilia, Lydeka-3

Ultimo quarto

Sullo slancio di uno strepitoso terzo periodo, Reggio Emilia continua a martellare la Happy Casa anche nelle prime battute dell’ultimo quarto. Al 32’, c’è un solo possesso di vantaggio per Brindisi (62-60). Il calo fisico dei biancazzurri è lampante. Un break di Tepic, al 34’, spezza il dominio della Grissin Bon, dando una boccata d’ossigeno alla New Basket (66-60). Gli avversari non mollano una presa, ma Wright, al 35’, con un fallo tecnico sul meno uno, dà una mano alla Happy Casa. Due minuti dopo, una tripla di Suggs regala un nuovo, importante, margine a Brindisi (72-65).  La gara si fa tiratissima. Reggio, per nulla scoraggiata da ritorno di fiamma della New Basket, si rifà sotto al un minuto dalla fine (75-72). Ma Brindisi tiene duro e amministra il piccolo, ma decisivo, margine, portando a casa due punti e la salvezza. L'anno prossimo, per il settimo anno di fila, la New Basket sarà ai nastri di partenza del campionato di Serie A. 

Nando Marino festa salvezza Happy Casa-2-2

Tabellino

Happy Casa Brindisi-Grissin Bon Reggio Emilia: 75-72

Parziali: (22-17; 44-30; 60-54; 75-72)

GRISSIN BON: Candi, Della Valle 9, White 10, Reynolds 10, Markoishvili 7, Wright 16, De Vico 7, Llompart 13, Cervi ne, Bonacini ne. All.: Menetti.
HAPPY CASA: Mesicek 8, Suggs 19, Tepic 10, Lydeka 16, Smith 15, Giuri, Iannuzzi 7, Cardillo, Sirakov ne, Donzelli ne, Petracca ne. All.: Vitucci.

TIRI DA 2 PUNTI – HAPPY CASA: 23/43; GRISSIN BON: 15/31.
TIRI DA 3 PUNTI – HAPPY CASA: 5/19; GRISSIN BON: 8/22.
TIRI LIBERI – HAPPY CASA: 14/20; GRISSIN BON: 18/21.
RIMBALZI – HAPPY CASA: 37 (8 off); GRISSIN BON: 28 (2 off).
ASSIST – HAPPY CASA: 15; GRISSIN BON: 9.
PALLE PERSE – HAPPY CASA: 12; GRISSIN BON: 13.

Arbitri: Saverio Lanzarini – Denis Quarta – Matteo Boninsegna

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento