Sport

L'Enel Basket si riscatta alla grande a Pistoia e recupera punti e morale

L'Enel sbanca il PalaCarrara di Pistoia 70-83 grazie ad un Pullen strepitoso (26 punti e tantissima qualità) e fa un grosso passo avanti verso le final eight, visto che ora i brindisini sono attesi da due impegni casalinghi contro l'Orlandina e l'Acea Roma

PISTOIA - L'Enel sbanca il PalaCarrara di Pistoia 70-83 grazie ad un Pullen strepitoso (26 punti e tantissima qualità) e fa un grosso passo avanti verso le final eight, visto che ora i brindisini sono attesi da due impegni casalinghi contro l'Orlandina e l'Acea Roma. Dalla Toscana arriva dunque una grande iniezione di fiducia per gli uomini di Bucchi, che si mettono alle spalle il catastrofismo emerso dopo l'infortunio a Simmons e guardano ora ai prossimi impegni con un occhio e una mente ben diversa.

La cronaca della partita
L'avvio di gara non è stato eccezionale, anzi si è assistito all'ennesima falsa partenza di Brindisi, che consente subito a Pistoia giocate spettacolari che caricano giocatori e tifosi. L'Enel va subito sotto di 10 punti, poi arriva la strigliata di Bucchi e i ragazzi si svegliano. Pullen si carica la squadra sulle spalle, la difesa va a regime, e gli ospiti risalgono fino a sfiorare il pareggio, ma un paio di errori nel finale consentono ai padroni di casa di chiudere il primo periodo avanti 21-17. Di buono c'è che l'Enel riesce ad arrivare con facilità a canestro, ma lo fa troppo spesso solo grazie ad iniziative personali, piuttosto che con un gioco di squadra.

Nel secondo quarto il gioco si fa più frammentato e molto più fisico. Pistoia cala nelle percentuali al tiro e butta via qualche palla di troppo (7), mentre sulla sponda avversaria va in onda il Pullen show, che fa male sia da play che da guardia. L'Enel raggiunge il pareggio (26-26) e cerca di mettere la mani sulla partita, approfittando delle 10 palle perse della Giorgio Tesi, ma i ragazzi di Moretti tengono duro fino alla sirena che li manda negli spogliatoi sul 32-30.

Memorial Pentassuglia - Marcus Edward Denmon-2Nel terzo periodo l'Enel propone una difesa ancora più asfissiante, con un James strepitoso, che prende più rimbalzi di Mays e Zerini messi insieme. Quando Pullen non va a canestro, la palla arriva finalmente a Mays, che sotto i tabelloni inizia a farsi spazio. Sul fronte opposto Pistoia inizia ad attaccare con poca lucidità ed evita di franare solo perché riesce ad approfittare di un paio di leggerezze dei giocatori ospiti. Brindisi dà l'impressione di potercela fare e inizia l'ultimo tempo avanti di 5 (47-52).

Un paio di bombe di Bulleri consentono di raggiungere il +8 ma la reazione dei padroni di casa è veemente e sostenuta dal pubblico: il PalaCarrara diventa una bolgia e i ragazzi di Moretti pareggiano i conti (58-58). Per vincere la partita serve qualche punto in più dagli altri giocatori, e finalmente arrivano nel quarto periodo le bombe di Denmon e canestri preziosissimi di Mays, che aggiunti ai canestri da fenomeno di Pullen consentono all'Enel di tornare a casa vittoriosa.

Le dichiarazioni di Bucchi
«Una bella partita, spettacolare ed aperta. I canestri importanti di Denmon e di Pullen sono stati decisamente importanti però devo dire che la squadra ha avuto armonia, ha giocato bene sia in difesa che in attacco. Sono soddisfatto non solo per il risultato ma anche per la classifica».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel Basket si riscatta alla grande a Pistoia e recupera punti e morale

BrindisiReport è in caricamento