Sport

Vittoria in rimonta sulla Cavese, Brindisi a tre punti dal secondo posto

Il Brindisi dimezza la distanza dal secondo posto e si avvicina al Taranto, grazie alla vittoria in rimonta (2-1) conquistata quest'oggi (22 marzo) contro la Cavese, nella 27esima giornata del campionato di Serie D. La compagine campana, seguita da un centinaio di tifosi, si è portata in vantaggio dopo appena 40 secondi di gioco grazie a un contestatissimo penalty

BRINDISI – Il Brindisi dimezza (da sei a tre punti) la distanza dal secondo posto e si avvicina al Taranto (distante appena una lunghezza), grazie alla vittoria in rimonta (2-1) conquistata quest’oggi (22 marzo) contro la Cavese, nella 27esima giornata del campionato di Serie D. La compagine campana, seguita da un centinaio di tifosi, si è portata in vantaggio dopo appena 40 secondi di gioco grazie a un contestatissimo penalty concesso dal direttore di gara, Gaetano Massafra di Reggio Calabria. Nella ripresa, gli uomini di Castellucci hanno pareggiato i conti con Loiodice e poi con Ferrara hanno messo a segno il colpo del ko.

VIDEO: I FESTEGGIAMENTI A FINE GARA SOTTO LA CURVA STASI

Gli ospiti di mister Il gol di Ferrara-2Agovino se la sono giocata a viso aperto, tentando in più occasioni la conclusione dal limite con De Rosa. I padroni di casa hanno imposto la loro fisicità sui tiri da fermo (il gol del raddoppio è arrivato proprio su tiro dalla bandierina) e più volte si sono resi pericolosi con rapide ripartenze nelle praterie lasciate dalla Cavese. Uno dei trascinatori è stato Loiodice: decisivo non solo in fase offensiva ma anche quando c’era da correre dietro agli avversari. De Vivo, schierato sulla linea mediana al fianco di Pollidori, non ha fatto rimpiangere l’assenza di Danucci. A sorpresa, Molinari è rimasto in panchina per lasciare spazio a Esposito. Su questa vittoria c’è anche la firma di Pizzolato, che in pieno recupero, con un’uscita bassa, ha scongiurato la beffa finale.

La partita. Avvio choc per il Brindisi. Dopo appena 40 secondi, Ferrara tocca un avversario lanciato a rete. Il contatto è in piena area di rigore. L'arbitro decreta il penalty, fra le veementi proteste dei brindisini. Dal dischetto si presenta De Rosa, che porta la Cavese in vantaggio. 
Al 5’, un calcio piazzato di De Vivo termina di poco alto sulla traversa. Al 9’, una conclusione di Ancora finisce fra le braccia di Napoli.  Al 17’, L'esultanza di Loiodice-2Esposito stacca di testa sugli sviluppi di un tiro da fermo battuto da De Vivo, ma la sfera finisce fuori. Al 29’, Pollidori va di testa su un  calcio di punizione battuto da De Vivo, ma non inquadra la porta. Al 42', Napoli si tuffa alla sua sinistra per deviare sul fondo un velenoso calcio piazzato di Varsi. Al 46’, Pollidori non riesce a spingere in porta, a botta sicura, una palla che sorvola l'area piccola su azione da corner. Il primo tempo non regala altre emozioni.

Al 2’ della ripresa, De Rosa converge verso il centro da posizione defilata e lascia partire un tiro a giro che finisce sul fondo. Al 6’, Ancora scocca un traversone dalla sinistra; Loiodice, dal limite dell'area, calcia al volo di destro, trafiggendo Napoli con un rasoterra di rara precisione. Al 14’, Esposito calcia dal limite dell'area piccola; la palla forse viene respinta da un avversario con un tocco di mano, ma il direttore di gara lascia proseguire. 
Al 16’, Campanella sfiora l'autogol con una deviazione a un passo dalla linea di porta. Sul ribaltamento di fronte, solito tiro a rientrare di Napoli, che sfiora il palo alla sinistra di I tifosi della Cavese-2Pizzolato. 

Al 21', Ferrara porta il Brindisi in vantaggio con un'incornata su tiro dalla bandierina che non lascia scampo a Napoli. Al 26', un tiro di De Rosa dalla trequarti finisce alto sulla traversa. Al 37', Ancora sgroppa in contropiede verso la porta avversaria; giunto sulla tre-quarti serve Loiodice, che chiude la ripartenza con un rasoterra dal limite poco preciso. Al 42', Marzullo rifila una gomitata a un brindisino, rimediando un rosso diretto. In pieno recupero, Pizzolato esce su un avversario fino al limite dell’area piccola, sventando una pericolosissima occasione da rete. La partita si chiude con questo brivido finale.

Gli uomini di Castellucci portano a casa tre punti che li rilanciano nella corsa verso il secondo posto. Il Potenza, sconfitto a Gallipoli, si trova a tre punti di lunghezza. Il Taranto, che ha pareggiato ad Aversa, ha visto scendere da tre a un punto il margine sui biancazzurri, che fra l’altro hanno staccato il Bisceglie. Domenica prossima, il Brindisi andrà a Francavilla sul Sinni. 

Nel post partita ha tenuto banco anche la questione societaria. Il presidente dimissionario Antonio Flora non era presente al Fanuzzi. C’era suo figlio Giorgio, vicepresidente. Questi ha garantito che farà il possibile per arrivare fino a fine stagione, ma anche lanciato un appello alla città, affinché istituzioni e privati supportino gli sforzi del sodalizio di via Benedetto Brin in questo scorcio finale di campionato.

Brindisi-Cavese 2-1
Brindisi: Pizzolato, Lorito (Ivone dal 18' st), Raho, Mannone, Ferrara, De Vivo, Varsi (Molinari dal 2' st), Polidori, Pollidori, Esposito (Ciano dal 38' st), Ancora, Loiodice A disposizione: Cattafesta, Ivone, Ascione, Pellegrino, Dinielli, Ciano, Tagliente, Ascione, Molinari, Lo Russo. Allenatore: Castellucci
Cavese: Napoli, La Mura, Picascia (De Stefano dal 28' st), Ausiello, Varchetta, Palumbo, Lucchese,  Marzullo, De Rosa (Suriano dal 45' st),q Della Corte. A disposizione: Schina, Manzo, Di Grezia, Platone, Giordano, Petti, Di Stefano, Allegretta, Suriano. Allenatore: Agovino 
Arbitro: Gaetano Massara di Reggio Calabria 
Marcatori: De Rosa (Cav) al 2' pt; Loiodice (Br) al 16' st; Ferrara (Br) al 20' st 
Note: Circa 1500 spettatori sugli spalti, di cui un centinaio giunti da Cava; Marzullo (Cav) espulso con rosso diretto al 45' st

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittoria in rimonta sulla Cavese, Brindisi a tre punti dal secondo posto

BrindisiReport è in caricamento