menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Coach Vitucci da avversario al PalaPentassuglia, ai tempi in cui allenava Varese (foto di Vito Massagli)

Coach Vitucci da avversario al PalaPentassuglia, ai tempi in cui allenava Varese (foto di Vito Massagli)

New Basket: sfuma Bucchi, raggiunto l'accordo con coach Vitucci

Il tecnico bolognese ha dovuto rinunciare per problemi di salute. Vitucci in serata arriverà a Brindisi e guiderà la squadra a Capo D'Orlando. Marino ringrazia Bucchi: "Il suo un gesto d'amore verso la città"

BRINDISI – C’è un colpo di scena nella vicenda riguardante la scelta del nuovo allenatore della Happy Casa Brindisi, dopo l’esonero di Sandro Dell’Agnello. L’ex Piero Bucchi, con il quale era stato già raggiunto l’accordo economico, ha dovuto rinunciare a un ritorno in biancazzurro per problemi di salute che per un po' di tempo non gli consentiranno di allenare. Il nuovo allenatore della New Basket è Francesco Vitucci. 

Il presidente Nando Marino ha espressamente chiarito che “Piero Bucchi ha fatto un altro atto di amore verso la città e verso la tifoseria, rinunciando malvolentieri al contratto per motivi strettamente personali legati ai postumi di un attacco influenzale. Siccome non poteva venire fra meno di 10 giorni – aggiunge il presidente - non se l’è sentita di prendersi questo impegno”

Nando Marino e Piero Bucchi

Contratto fino alla stagione 2018/19

La società, dunque, ha dovuto cambiare obiettivo, trovando rapidamente un'intesa con il 54enne Francesco Vitucci. L'ingaggio del nuovo allenatore è stato ufficializzato attraverso una nota diramata nel tardo pomeriggio. "Frank" ha firmato un contratto valido fino alla fine della stagione 2018-19.  La presentazione ai tifosi e alla stampa avverrà domenica pomeriggio alle ore 17:00 quando parteciperà con tutta la squadra all'evento presso lo store Happy Casa del BrinPark.

Vitucci già nella serata di oggi arriverà a Brindisi. Domani dirigerà il suo primo allenamento. Sabato, assistito dal vice Massimo Maffezzoli, al quale era stata affidata temporaneamente la squadra dopo l'esonero di Dell'Agnello, sarà lui a guidare Moor & co. nella trasferta di Capo D'Orlando  (palla a due alle ore 20,30), un altro appuntamento di fondamentale importanza in ottica salvezza.  Si confida nell’esperienza del tecnico veneto per risollevare le sorti di una squadra sprofondata all’ultimo posto, con sole due vittorie in dieci giornate.

La carriera di Vitucci

Nato a Venezia il 5 aprile del 1963, è reduce dall’ultima esperienza in Lega A con l’Auxilium Torino conclusasi dopo 49 partite suddivise tra la prima stagione da subentrato in corsa ottenendo un’insperata salvezza all’ultima giornata e l’intera regular season 2016/17 terminata all'11° posto.

Vitucci inizia la carriera nelle giovanili della squadra della sua città, la Reyer Venezia, ricoprendo dal 1986 al 1994 il ruolo di vice allenatore e nei due anni successivi da head coach consacrati dal sigillo della promozione in A1. A causa del fallimento societario degli orogranata, si trasferisce a Imola dove in 5 anni consegue la promozione in Lega A, due 9° posti consecutivi e la vetrina europea della Coppa Korac (1999/2000) e Coppa Saporta (2000/01) oltre alla partecipazione ai playoff scudetto.
Dopo le due stagioni in Legadue a Scafati, riceva la chiamata dalla gloriosa Benetton Treviso nel ruolo di vice allenatore di coach Ettore Messina. Nel suo ciclo complessivo di 9 anni, lavora con Messina, Blatt, Ramagli e Mahmuti alzando 3 Coppe Italia, una Supercoppa Italiana e il titolo di campione d’Italia nel 2005/06. A seguito dell’esonero di Mahmuti viene promosso a head coach nella seconda parte della stagione 2009/10. 

Dal 2010-2012 e dal 2013-2015 guida la Scandone Avellino, intervallata dall’esperienza alla Cimberio Varese nel 2012/13. Una cavalcata esaltante con il primo posto in regular season (23 vinte e 7 perse) e il titolo di allenatore dell’anno. Solo la finale di Coppa Italia persa 74-77 e l’eliminazione a gara 7 della semifinale playoff, entrambe ad opera della Montepaschi Siena, la rendono "quasi trionfale”.
Al timone degli irpini centra invece un 4° posto in regular season, la semifinale di coppa italia e i quarti playoff al primo anno.  
Il 14 dicembre del 2015 prende il posto di Luca Bechi all’Auxilium Torino conquistando la storica permanenza in Lega A all’ultima giornata a discapito della Virtus Bologna e una tranquilla salvezza durante il corso dell'ultimo campionato LBA. 
 

Articolo aggiornato alle pre 17,58

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento