rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Sport

Volley donne: esordio in casa dolce-amaro

Male la Volley San Vito in B/1, bene l’Assi Manzoni in B/2. Esordio casalingo con esiti diversi per le due maggiori formazioni del volley femminile del Brindisino. La Volley San Vito nell’anticipo di sabato getta letteralmente alle ortiche la possibilità di riaprire il match.

Male la Volley San Vito in B/1, bene l’Assi Manzoni in B/2. Esordio casalingo con esiti diversi per le due maggiori formazioni del volley femminile del Brindisino. La Volley San Vito nell’anticipo di sabato getta letteralmente alle ortiche la possibilità di riaprire il match, portandolo al tie-break, e si arrende in quattro set al Casal de Pazzi Roma, davanti al pubblico amico. Grande, ovviamente, la delusione sui volti di tutte le ragazze al termine del match valido per la seconda di andata del campionato di B1.

La partita inizia nel segno delle ospiti, schizzate subito avanti nel primo set (1-4); poi, dopo una lunga fase di equilibrio protrattasi fino al secondo time out tecnico, l'allungo delle laziali che si aggiudicano di slancio la prima frazione. Nel secondo set la musica non cambia: il sestetto romano imprime il suo ritmo, approfittando anche di qualche errore di troppo, pure al servizio, delle sanvitesi e vola sul 3-8. La Cedat tenta di riportarsi sotto con un muro di Carbone (9-11), ma poi subisce il nuovo affondo delle ospiti (13-18): il set si chiude sul 20-25.

Parte bene il Casal de Pazzi Roma anche nella frazione successiva (2-5, 6-11) ma è proprio nel terzo set che le ragazze della Volley San Vito danno il meglio, riemergendo con caparbietà: un ace della Missaglia riporta in parità il punteggio (12-12) ed un attacco della Hechavarria segna il sorpasso (22-21). Il set si infiamma, si va punto a punto fino ai vantaggi: Soleti, con una battuta vincente, sigla il 25-24, quindi si festeggia il doppio vantaggio e la possibilità, concreta, di riaprire il match.

E, in effetti, le premesse nella quarta frazione sembrano buone: dopo un sostanziale equilibrio iniziale, le sanvitesi mettono la freccia già al primo time out tecnico, per poi allungare sul 15-12. La Volley San Vito arriva a condurre anche per 19-15, poi contiene il ritorno di fiamma delle ospiti (20-19) e cerca lo sprint finale che sembra riuscire: sul 24-20, in effetti, basta poco per chiudere il set e giocarsela al tie-break. Invece, uno dopo l'altro, il Casal de Pazzi Roma annulla i quattro set ball.

Poi il finale con le palleggiatrici protagoniste: purtroppo per le padrone di casa c’è l'errore della Pesce (che attacca, non potendo, dalla prima linea), mentre dalla parte opposta della rete arriva un beffardo pallonetto della regista avversaria che mette fine alle ostilità ed alle illusioni delle biancazzurre allenate da coach Vito Morales, il quale dovrà ora correre ai ripari dopo un avvio di campionato tutt’altro che rassicurante.

Archiviata invece in tre set la prima gara casalinga dell'Assi Manzoni Pallavolo Brindisi contro il forte Isernia che però non ha trovato scampo in un affollatissimo PalaZumbo. Brindisi si aggiudica, così, anche la seconda gara del campionato di volley di B2 per 3-0. Parziali: primo set 25-15; secondo set 25-16; terzo set 25-14. Quasi impeccabile la squadra di coach Marcello Sarcinella che ha opposto alle avversarie un'ottima difesa e un attacco preciso che ha consentito loro di risolvere la pratica in appena un'ora.

Assente la temuta Ronconi per l'Isernia. "Sicuramente questo ha contribuito a diminuire il loro potenziale ma le mie atlete sono state bravissime a giocare una pallavolo di altissimo livello e gli ho anche detto - ha commentato il tecnico biancoazzurri -. Salvo un po' di smarrimento all'inizio del secondo set, per il resto della gara ho visto dei momenti di grande pallavolo, di ben altra serie. Al di là delle individualità, di cui conosco bene il talento, quello che mi è piaciuto molto è il gioco di squadra, perciò davvero complimenti alle mie ragazze" ha concluso Sarcinella.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley donne: esordio in casa dolce-amaro

BrindisiReport è in caricamento