rotate-mobile
Volley

Casale Volley: ottimo risultato alle finali nazionali S3 e ora la finale nazionale Under 14

Due atlete della società brindisina, Gaia Fiore e Sara Palmisano Romano, confermate nella rappresentativa Puglia che parteciperà nel Torneo delle regioni

BRINDISI - L’Asd Casale continua a mietere successi in campo giovanile. Sono appena terminate le finali nazionali di volley S3 a Rossano Calabro, in cui la società ha rappresentato la Puglia in maniera onorevole, classificandosi al 15° posto con una squadra molto giovane (il limite era per le nate nel 2011), composta da: De Vita Benedetta (2011); Montanaro Gaia (2012); Montanero Giulia (2011); Fiore Giorgia (2012); Malcarne Althea (2011); Palmisano Romano Marta (2011); De Leonardis Gaia (2013), tra le 10 più giovani di tutto il torneo nazionale.    

Tutto lo staff sta ripartendo per partecipare alla finale nazionale under 14 che il 4 luglio inizierà a Campobasso, dove il Casale affronterà le formazioni più forti d’Italia.

Le under 14

“Solo questo - afferma Claudio Scanferlato - farebbe impallidire chiunque. Una società composta da atlete cresciute nel mini volley all’interno della palestra Kennedy, senza alcun aiuto esterno e rispettando e aiutando tutte le realtà della città, dovrebbe meritare un minimo di plauso, per il lavoro assiduo costante e di valore tecnico, che i componenti di questa società svolgono”.

Ciliegina sulla torta arriva dalla conferma di due atlete nella rappresentativa Puglia che parteciperà nel Torneo delle regioni che si svolgerà sempre a Campobasso, dal 27 giugno all’1 luglio. Si tratta di Fiore Gaia (2008) e Palmisano Romano Sara (2009).

Gaia Fiore e Sara Palmisano Romano

“Unico rammarico – dichiara ancora Scanferlato - ci aspettavamo qualche altra convocazione nel territoriale: una convocazione che avrebbe permesso al regionale di valutare con più attenzione qualche altra nostra atleta, di cui nei prossimi anni sentiremo parlare”. 

“Se ci si rispetta  - conclude Scanferlato - si cresce tutti senza alcuna intrusione alcuna. Di conseguenza le giovani generazioni ne trarranno i frutti, soprattutto se saremmo in grado di programmare un lavoro tecnico continuativo, che permetta alle piccole atlete di diventare delle pallavoliste di interesse nazionale, senza che queste siano costrette ad emigrare al Nord, dove le grosse società vincono o cercano di vincere scudetti a livello giovanile, con ragazze cresciute nelle nostre anguste palestre”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casale Volley: ottimo risultato alle finali nazionali S3 e ora la finale nazionale Under 14

BrindisiReport è in caricamento