Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torna la magia de "I Suoni delle Devozione". Il primo concerto e le altre date

 

BRINDISI - I musicisti de La Manticora in concerto per la rassegna "I Suoni della Devozione" 2019, diretta da Roberto Caroppo. "Un risuonare di antichi strumenti e temi in una delle più belle chiese della Brindisi romanica, Chiesa del Cristo dei Domenicani, il primo prezioso concerto de I suoni della Devozione", dice lo stesso Caroppo. L'ensemble La Manticora (L'autunno del Medioevo) si è esibita il 23 dicembre, mentre il 30 dicembre il programma prevede il concerto di musica antica "In cytaris vel etiam in organis" con il duo Peppe Frana e Federica Bianchi, ore 20.30 - Chiesa di San Benedetto, via Guglielmo Marconi.

Il terzo evento è Musica della Confederazione Svizzera - Jodel-Duett Kiser-Hodel - con la partecipazione di Susanne Farner - organetto svizzero, in programma il 4 gennaio 2020, ore 20.30 - Chiesa di San Benedetto, via Guglielmo Marconi. Il quarto e ultimo evento sarà l'esibizione del duo Rocca Benigni, con Paolo Rocca, (clarinetto, clarinetto basso, ciaramella) e Fiore Benigni - organetto diatonico, il 6 gennaio 2020 ore 20.30 - Chiesa di Santa Maria degli Angeli, piazza S. Maria degli Angeli.

Ogni concerto d’intesa con il Fai e Inner Wheel, nuovi partner dell’iniziativa, sarà preceduto da un intervento descrittivo artistico e architettonico della chiesa che ospita il concerto da parte di storici della Società di Storia Patria per la Puglia. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. Info 3512075107 . I "Suoni delle Devozione" sono una rassegna, giunta lla ventesima edizione, di rilievo regionale e nazionale che ha  il merito di far conoscere, valorizzare e riscoprire il patrimonio artistico, culturale e religioso, utilizzando come palcoscenico le chiese più importanti della città di Brindisi.

La rassegna è organizzata dall’associazione Adriatic Music Culture con l’importante sostegno  del Comune di Brindisi, Enel, Regione Puglia, #WeareinPuglia, del Teatro Pubblico Pugliese della Fondazione nuovo Teatro Verdi, STP Brindisi, il patrocinio dell’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni, con il prezioso contributo dell’Unità pastorale del Centro Storico di Brindisi coordinato da don Domenico Roma della Società di Storia Patria per la Puglia, del Fai delegazione di Brindisi e dell’Inner Wheel Club di Brindisi.

E sottolineiamo che la città di Brindisi può produrre cultura di alto livello, e affinchè ciò venga riconosciuto e divulgato bisogna insistere, con pazienza e tenacia, continuando a proporre eventi di qualità, ma anche battendosi quando ci si trova di fronte a by-pass che ci aggirano o tendono a modificare persino la storia (accade con le iniziative per la Via Appia e per la Via Francigena del Sud). L'assenza, o la debole presenza dei rappresentanti di Brindisi in queste programmazioni, ne è una delle cause.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento