Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli auguri degli allievi del "Verdi in lab", alle prese con “Lu pupu cu l’ovu"

 

Gli auguri di Pasqua quest’anno hanno la voce e il volto degli allievi del laboratorio di formazione teatrale «Verdi in Lab», condotto da Sara Bevilacqua e Fabrizio Saccomanno. I provetti pasticcieri si sono cimentati nella realizzazione di una ricetta di tradizione, “Lu pupu cu l’ovu”, un biscotto di pasta frolla che vede al centro un uovo quale simbolo di completezza e di nuovo inizio. Un augurio di rinascita e di speranza.

Dopo aver interpretato una favola nigeriana che spiega il coraggio, la volontà e il gioco di squadra, i protagonisti di «Verdi in Lab», da un’idea di Sara Bevilacqua, hanno voluto comunicare un bisogno di leggerezza, così come la intendeva Italo Calvino, «non superficialità ma planare sulle cose dall’alto, senza macigni sul cuore, leggerezza è precisione e determinazione, non vaghezza e abbandono al caso».

Gli auguri della Fondazione Nuovo Teatro Verdi sono nello spirito dell’originale video tutorial: uniti in una sequenza di frammenti di vita, in cucina come davanti allo smartphone, legati alla tradizione, vicini a distanza in attesa di ritrovare la magia vera del teatro!

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento