Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con il progetto del Pd donate attrezzature alle scuole di Brindisi

 

BRINDISI - E' stato presentato questa mattina presso Palazzo di città, il progetto sperimentale "Alunni oggi, cittadini domani" voluto dalla segreteria cittadina del Partito Democratico e reso possibile grazie al contributo determinante degli assessori e dei consiglieri comunali di Brindisi e degli iscritti con le loro donazioni liberali. L'idea progettuale ha come principale obiettivo quello di dotare le scuole materne e primarie della città di strumenti utili al perseguimento e al sostegno del processo formativo dei giovani allievi brindisini ed alla loro crescita quali cittadini responsabili.

Un piccolo "investimento" nel giovane capitale umano della città finalizzato ad accrescere il necessario senso civico e contribuire ad educare e plasmare i "grandi" di domani al bene comune, alla sussidiarietà e soprattutto alla cultura della legalità.  In questa prima fase, quindi, sono state individuate le immediate necessità degli istituti comprensivi di Brindisi ed il materiale è stato così assegnato: un pc portatile alla scuola primaria Perasso e alla scuola primaria San Lorenzo rione Centro: una lavatrice all'asilo nido comunale Paradiso; 8 smart Tv 32 pollici alla scuola infanzia di Bozzano, alla scuola dell'infanzia Modigliani al Sant'Elia/Commenda, alla scuola primaria don Milani al Santa Chiara, alla scuola dell'infanzia rione Perrino e Cappuccini, alle scuole primarie Collodi alla Commenda, De Amicis rione Tuturano e La Rosa. ed infine un tablet alla scuola primaria Marinaio d'Italia del rione Csale e registratori audio alla scuola primaria Crudomonte del rione Sant'Angelo.   

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento