Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Buio fitto alle spalle dell'ospedale: ciclisti e pedoni in pericolo

Ci vuole del fegato a percorrere di sera, a piedi o in bici, la strada  che collega l’ospedale Perrino di Brindisi al centro commercisle Ipercoop Le Colonne, conosciuta come strada “Lu Spada”, o anche prolungamento di via Cappuccini.

 

La zona è piena di lampioni, ma non se ne trova uno acceso neanche a pagarlo oro. Sono tante le persone che si incamminano lungo lo stretto marciapiede che affianca la carreggiata per raggiungere il nosocomio. Sono numerosi i migranti che in bici rientrano, dai terreni agricoli che circondano l’area dell’invaso del Cillarese.

Ognuno di essi corre un pericolo di non poco conto. Perché la strada  è immersa nelle tenebre. Un attimo di distrazione di un auomobilista potrebbe avere gravi conseguenze. 

I lampioni, da quanto appreso, sono fuori uso a causa di un furto di cavi di rame avvenuto giorni fa. Episodi analoghi si sono verificati anche sulla litoranea, in zona Montenegro e in altre zone della città. I tecnici della Energeko sono intervenuti per cercare di ripristinare il servizio, nonostante strada Lu Spada non sia di loro competenza. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento