Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conto alla rovescia per la partenza delle XXXIII Regata Internazionale Brindisi-Corfù

 

Sono 115 le imbarcazioni iscritte alla 33^ edizione della regata internazionale Brindisi-Corfu. La fonte è il Circolo della Vela Brindisi, organizzatore della manifestazione, ikn  queste ore ancora impegnato nelle operazioni di segreteria ed anche nell’accoglienza degli equipaggi.

L’edizione 2018 è sicuramente la più importante in quanto ad eventi collaterali alla regata. Il tutto, grazie agli appuntamenti sportivi svoltisi nei giorni scorsi (Campionato italiano ORC – regata di selezione del Mare Adriatico, il Vela Day della FIV, il 1^ Trofeo Multiscafi e la Veleggiata della solidarietà) ed anche a quelli culturali e di studio promossi dalle Donne della Vela, dal mondo della scuola e da vari ordini professionali e associazioni. Come lo scorso anno, inoltre, i giorni precedenti la regata hanno coinciso  con lo svolgimento del Vinibus Terrae 2018, un evento dell’enogastronomia di qualità. 

La partenza della regata è prevista per domani, mercoledì 6 giugno alle ore 12. Alle ore 9 ci sarà il briefing degli equipaggi con i giudici di regata alla Scalinata Virgilio. Alle 10 partirà il servizio navetta dal porticciolo turistico sino alla testata della Diga di Punta Riso, per consentire ai cittadini interessati ed agli appassionati di assistere allo start, che avverrà come sempre in due tempi: prima le imbarcazioni della Classe A Orc, i racer, assieme ai multiscafi, poi il resto della flotta.

Al briefing si deciderà anche se le condizioni meteo consentiranno di collocare la boa di svincolo, per la prima volta, a nord-ovest della città per fare sfilare le barche davanti alla spiagge di Brindisi, prima di invertire la rotta e puntare su Corfù. Purtroppo è molto probabile che tale possibilità venga scartata perchè alla XXXIII Regata Internazionale Brindisi-Corfù viene abbinata dai meteorologi una prevedibilie scarsità di pressione: brezza debole di 6-10 nodi da nord-ovest alla partenza , che poi calerà drasticamente proprio tra Brindisi ed Otranto nel pomeriggio lasciando nei guai tutte le barche che non hanno a bordo vele adatte a condizioni di vento scarso (rande e vele di prua leggere, Code 0 e simili)

Attrezzature che non mancano sui racer puri, sui cruiser-racer, ma che è molto difficile trovare a bordo delle barche da crociera delle classi Holiday ed Holiday Sprint. Ma i velisti più bravi emergono anche in condizioni di assenza di vento, e la lotta tra i migliori dunque non mancherà. Sul calo di vento (sono a 3 nodi appena) pomeridiano concordano i siti specializzati italiani e greci, come pure sul fatto che nella notte sarà possibile ritrovare un pò di pressione al centro del Canale d'Otranto, almeno sino davanti a Corfù. Ma attenzione, nel primo pomeriggio di giovedì si potrebbe perdere anche quella. Molto lavoro, insomma, per i tattici e i timonieri, ma anche per il resto degli equipaggi: con poco vento si cambiano più vele che con vento forte.

Questa sera intanto, alla Scalinata Virgiliana, il giornalista sportivo brindisino Mino Taveri di Mediaset ha presentato la cerimonia di benvenuto agli equipaggi, classico passaggio prima della notte in cui si penserà solo ai problemi di navigazione e alle sfide del giorno dopo. Nel nostro video, l'intervista al presidente del Circolo della Vela Brindisi, Teo Titi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento