Guaceto: versante Apani dell'Area marina protetta in balia delle auto

BRINDISI - Area di parcheggio Boa Gialla chiusa per il secondo anno consecutivo, e la conseguenza è quella che anche oggi, sabato 11 luglio è evidentissima: la gente infrange i divieti e invade con le proprie auto la stradina, ma anche parte della complanare, che porta verso il mare ad alcune centinaia di metri di distanza. Siamo sul versante sud-est dell'Area marina protetta ma questo è il regno delle auto. Anche se entrare con mezzi a motore è vietato, anche se c'è l'interdizione per quel tratto di costa causa falesia franosa. Se ne fregano, prevale il concetto che se la spiaggia è libera non possono esserci impedimenti.

parcheggio selvaggio a Torre Guaceto, lato Apani-2

La voglia di mare è grande (e giusta), ma anche il danno ambientale e il rischio che possa scapparci la vittima, prima o poi, per il crollo di un blocco di falesia. La conclusione, almeno da parte di chi come noi osserva e racconta questa vicenda del business dei parcheggi attorno alla riserva di Torre Guaceto, è che tutto il sistema di accesso a quel tratto di costa vada assolutamente ripensato, con servizi spostati nell'entroterra su entrambi i versanti della Amp. Altrimenti, oltre al peso di infiniti contenziosi, l'impatto antropico (quello causato dall'uomo) sarà sempre più pesante, con una prevalenza della logica dei guadagni su quella della tutela. La cultura dell'andare in spiaggia il più vicino possibile con il sedere in auto non c'entra assolutamente nulla con l'ambiente e con la sua tutela. Non trovare soluzioni a tutto questo è altrettanto grave.

Video popolari

Guaceto: versante Apani dell'Area marina protetta in balia delle auto

BrindisiReport è in caricamento