Giovedì, 18 Luglio 2024

Foresta Blu: Coop lancia una campagna per salvare la Posidonia in Puglia

Presentata oggi a Brindisi: mira a salvaguardare le praterie, cruciali per la biodiversità marina. L'iniziativa ha il supporto della barca da regata Anywave e la partecipazione di ricercatori dell'Universtà di Bari Aldo Moro

BRINDISI - Oggi, 9 luglio 2024, presso il porticciolo turistico di Brindisi, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova campagna "Foresta Blu" di Coop. Apparentemente sembra solo un’alga, ma in realtà la Posidonia oceanica è una pianta marina dalle straordinarie potenzialità ecologiche. Ogni metro quadrato di prateria di Posidonia può generare quotidianamente da 4 a 20 litri di ossigeno e costituisce un habitat unico per la biodiversità marina, diventando area di riproduzione, nursery e dimora permanente per circa il 25 per cento delle specie marine del Mediterraneo. Purtroppo, queste praterie sono in costante regressione: negli ultimi 50 anni, la loro presenza è diminuita di oltre il 30 per cento.

La campagna "Foresta Blu" nasce con l’obiettivo di contrastare questa regressione e sensibilizzare il pubblico sulla tutela dell’ambiente marino, coinvolgendo soci e consumatori di Coop. Il progetto, partito dall’Isola di Bergeggi in Liguria, è ora giunto in Puglia. Durante la conferenza, Giuseppe Marchionna, sindaco di Brindisi, Andrea Tursi, dottorando presso il Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Ambiente dell’Università di Bari, Lajal Andreoletti, responsabile progetti socio ambientali di LifeGate, ed Enrico Quarello, direttore Csr, comunicazione e relazioni pubbliche di Coop Alleanza 3.0, hanno illustrato le iniziative della campagna.

Da luglio, nelle acque di Monopoli, Torre Guaceto e Savelletri, inizierà il monitoraggio scientifico di tre grandi praterie di Posidonia. Parallelamente, la barca da regata Anywave, simbolo di una vita marina sostenibile, veleggerà nelle acque pugliesi. A bordo, il responsabile ecologico e un innovativo kit per contrastare l’inquinamento da idrocarburi. Questo kit, adottato dalla Water Defenders Alliance, è composto da spugne idrofobe e oleofile che permettono la raccolta degli idrocarburi già a bordo, prevenendone lo sversamento in mare. (nella foto sotto: lajal Andreoletti, responsabile progetti socioambientali LifeGate)

A sinistra, lajal Andreoletti, responsabile progetti socioambientali LifeGate

La campagna prevede il ripristino di 300 metri quadrati di praterie di Posidonia, il monitoraggio di cinque praterie e l'installazione di un campo boe per la protezione delle aree marine. La prossima tappa sarà all'Isola d'Elba a settembre, dove si avvieranno ulteriori monitoraggi e la riforestazione nel 2025. Anche qui, verranno utilizzate biostuoie in fibra di cocco per innestare talee di Posidonia, monitorandone l'attecchimento per 24 mesi.

Coop si impegna nella tutela dell’ambiente e prosegue il suo percorso con "Foresta Blu", coinvolgendo la comunità attraverso corsi di formazione e sensibilizzazione. Un esempio è il progetto Sea Explorers, che ha visto la partecipazione di giovani attivisti in esperienze pratiche di conoscenza e tutela della biodiversità marina. (nella foto sotto: Gino Bacavallo, responsabile Ecologico Anywave e lo skipper Alberto Leghissa)

Gino Bacavallo, responsabile Ecologico Anywave, e lo skipper Alberto Leghissa

Enrico Quarello ha dichiarato: "Foresta Blu è una campagna con cui Coop si fa concretamente carico della salute dei mari e delle coste, proponendo una profonda opera di sensibilizzazione verso tutte le persone che frequentano i punti vendita Coop. Con Foresta Blu, costruiamo un percorso virtuoso, mettendo a sistema le conoscenze di chi studia il mare e di chi lo vive in modo sostenibile".

"Foresta Blu" rappresenta un impegno concreto e continuativo nella salvaguardia delle praterie di Posidonia, unendo la ricerca scientifica alla sensibilizzazione pubblica per proteggere e far rinascere i nostri mari.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

Si parla di

Video popolari

BrindisiReport è in caricamento