Mercoledì, 20 Ottobre 2021

Gentiloni: "Il governo cambi rotta, altrimenti c'è da augurasi che cada"

“Se il governo non corregge i suoi programmi economici, c’è da augurarsi che cada al più presto”. Col suo consueto tono pacato e riflessivo, l’ex premier Paolo Gentiloni ha fatto una disamina sull’attuale situazione politica italiana, in una gremitissima sala della Colonna di palazzo Nervegna.

Claudio Devincenti e Paolo Gentiloni-2

Questo lo scenario in cui il deputato del Pd ha presentato il suo libro, “Una sfida impopulista”, edito da Rizzoli, nell’ambito di un dibattito Paolo Gentiloni 2-3moderato dal giornalista del Nuovo Quotidiano di Puglia, Francesco G. Gioffredi, al quale hanno preso parte anche l’ex ministro del Mezzogiorno, Claudio Devincenti, e Rosy Barretta, esponente del Pd di Brindisi. Seduto in mezzo al pubblico il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, che con il suo saluto ha aperto l’evento.

A margine dell’incontro, Gentiloni si è intrattenuto per un paio di minuti con i giornalisti, dicendo la sua sul governo a trazione Lega-Cinque Stelle. “Serve la consapevolezza – dichiara Gentiloni - delle difficoltà in cui si trova l’Italia in questo momento e dei rischi che il governo nazionalpopulista ci fa correre. Questo tema riguarda le forze della nostra società, i corpi intermedi, le organizzazioni sociali”. 

Gentiloni pone come obiettivo immediato “quello di far correggere una manovra di bilancio che può rivelarsi pericolosa per il nostro paese, cercare dei punti di intesa con l’Ue e più in generale affermare i nostri valori, quelli dell’Europa, della democrazia rappresentativa, del sistema liberale”. “Valori – prosegue – che non avevamo mai pensato che fossero messi in discussione, ma che purtroppo in diversi paesi europei sono messi in discussione. Per questo sfida impopulista significa schiena dritta contro il populismo e significa anche che contrapporsi al populismo, vuol dire essere autenticamente nell’interesse del paese”. 

Presentazione libro Paolo Gentiloni-2

Dunque se Il premier Conte, con i vice premier Salvini e Dimaio, non invertiranno la rotta, “finisce che uno si augura che cada al più presto”. “Se invece – afferma ancora Gentiloni - si troverà l’intesa con l’Ue se si farà una manovra più incentrata su sviluppo, crescita, sostegni a chi lavora e a chi produce lavoro, noi potremmo soltanto essere felici e prenderne atto. Ma purtroppo – conclude - li vedo incamminati su una strada all’insegna del tirare dritto, del tanti nemici tanto onore, che non è una strada che promette bene”. 

Video popolari

Gentiloni: "Il governo cambi rotta, altrimenti c'è da augurasi che cada"

BrindisiReport è in caricamento