Venerdì, 24 Settembre 2021

Asili nido comunali: scoppia la grana voucher, genitori preoccupati

Il comitato dei genitori: "Nuova cooperativa non accreditata in Regione, non abbiamo potuto presentare domanda". L'assessore Lettori: "Ci verrà concessa una nuova finestra per l'iscrizione al catalogo, i genitori potranno chiedere i voucher"

Dopo la privatizzazione del servizio, la grana voucher. Finora i genitori dei bambini iscritti agli asili nido del Comune di Brindisi non hanno potuto chiedere i voucher concessi dalla Regione Puglia per alleggerire la retta annuale. Impossibile infatti presentare la domanda entro il termine del 3 agosto fissato dalla Regione, in quanto la cooperativa che gestirà il servizio in concessione, la Cooperativa Gialla, con sede a Roma, non ha ancora potuto completare l’accreditamento presso la Regione Puglia, per la mancanza di acuni documenti che dovranno essere prodotti dall’amministrazione comunale.

Il problema viene sollevato in una intervista rilasciata a BrindisiReport da Emilio Avallone, portavoce di un comitato di genitori che nei mesi scorsi era già sceso in piazza contro la privatizzazione del servizio. Avallone non esclude che molti genitori possano rinunciare all'iscrizione per l’impossibilità di far fronte alla retta annuale da 520 euro, valida per tutte le famiglie (non sono più previste tariffe differenziate a seconda degli Isee). Viene inoltre manifestata una certa preoccupazione per la mancata formalizzazione del passaggio di personale al nuovo gestore, che potrebbe quindi far slittare l’apertura dei nido, prevista per il mese di settembre.

L’assessore ai Servizi Sociali, Isabella Lettori, contattata dalla redazione, fa il punto della situazione. “La gestione degli asili nido in appalto - dichiara – è terminata il 30 giugno. La partenza della nuova formula in concessione era prevista per l’1 luglio, ma dovevano decorrere un certo numero di giorni dall’assegnazione definitiva nell’eventualità di ricorsi da parte del secondo in graduatoria. Tale termine è scaduto il 28 luglio”. “Adesso la Cooperativa Gialla – prosegue la Lettori -  si deve iscrivere nel catalogo regionale. Per farlo ha bisogno di documentazione tecnica che i nostri uffici stanno completando, per poter poi chiedere l’autorizzazione al funzionamento”.

La Lettori spiega che “il caso di Brindisi è stato un caso particolare”. “Il 16 luglio - afferma - abbiamo ricevuto una nota della Regione Puglia con cui si diceva alle famiglie che potevano iscriversi per i voucher e la scadenza la davano al 3 agosto. Considerato che non ce l’avremmo fatta con i tempi a nostra disposizione, tramite una nota all’assessore e al direttore del settore Welfare ho chiesto la possibilità di darci una proroga. Questo non era possibile farlo ma adesso la Regione sta pensando di aprire una finestra straordinaria proprio per la situazione particolare che si è creata a Brindisi. Nel frattempo la cooperativa si iscriverà al catalogo, i genitori avranno la possibilità di fare richiesta per i voucher e dovrebbe andare tutto a buon fine”. Sono inoltre state avviate le procedure per il passaggio di personale. “Il 24 agosto – dichiara l’assessore – è previsto l’incontro per portare a termine l’operazione. Prevediamo di partire per il 20 settembre – conclude la Lettori – ce lo auguriamo”

Si parla di

Video popolari

Asili nido comunali: scoppia la grana voucher, genitori preoccupati

BrindisiReport è in caricamento