rotate-mobile

I giovani brindisini in prima linea: "Mandiamo a casa il vecchio sistema di potere"

I giovani brindisini vogliono avere voce in capitolo nella campagna elettorale per le amministrative in programma il prossimo 10 giugno. Voglio scalzare le cariatidi della politica Brindisina che da anni determinano le sorti di una città in cui i ragazzi, purtroppo, fanno sempre più fatica a soddisfare le proprie ambizioni.

Per questo molti di loro sono costretti a emigrare. E una fetta consistente degli under 30 che oggi pomeriggio si sono ritrovati presso la vineria Sussumaniello era costituita proprio da lavoratori, neolaureati e studenti fuori sede. Ha riscosso un grande successo l’appello lanciato tramite un documento, “Ora tocca a noi”, che ha raccolto più di 300 firme. All’insegna del motto #Iovogliorestare, i ragazzi hanno avanzato le loro proposte per imprimere un reale processo di cambiamento alla città.

Incontro giovani Brindisini sussumaniello-4-2

Alcuni fra i ragazzi che hanno partecipato al confronto militano in movimenti studenteschi. La maggior parte non ha alcuna esperienza nel mondo della politica: hanno raccolto l’invito lanciato dai promotori dell’iniziativa, animati esclusivamente da un forte senso di appartenenza alla città. Nel videoservizio, il coordinatore provinciale di Uds (Unione degli studenti) Brindisi, Gianmarco Palumbo, e gli studenti fuori sede Giulio Gazzaneo e Martina Carpani, parlano dello spirito con cui oggi si sono ritrovati insieme ad altre decine di ragazzi.  

“Oggi eravamo più di 100, a dimostrazione di quanto a Brindisi i giovani abbiano voglia di partecipare e di smettere di stare a guardare mentre la nostra città è distrutta. Siamo pronti a dare avvio ad un progetto completamente nuovo” - dichiarano gli organizzatori - “incompatibile con chi ha rovinato la nostra città negli ultimi anni. Stiamo iniziando a scrivere dal basso un programma di cambiamento per la città di Brindisi, ascoltando le idee di tutti noi, mettendo a frutto le competenze imparare fuori o che a Brindisi non hanno trovato a pieno valorizzazione".

Incontro giovani Brindisini sussumaniello 3-2-2

"A questo scopo abbiamo istituito 3 laboratori “lavoro e innovazione”, “socialità, cultura, rigenerazione urbana”, “scuola, università e ricerca” che nei prossimi giorni si riuniranno. Già solo oggi ci sono tante idee in campo: un hub del mare per la rigenerazione dell’area del porto, la riqualificazione dei beni culturali e turistici, la progettazione partecipata delle aree urbane con spazi sportivi accessibili a tutti, una riflessione sull'università, nuovo strumenti di incentivi per la pianificazione e l'apertura di attività commerciali, la riprogrammazione dell'attività culturale per la stagione estiva. Non vogliamo la luna, ma una città in cui poter vivere con un lavoro dignitoso, senza ricatti e sfruttamento, dove poter studiare, dove poter costruire una famiglia, con prospettive di futuro per tutte e tutti noi, per questo da oggi iniziamo questa nuova avventura.”

Incontro giovani Brindisini sussumaniello 2-2-2
“Chissà come commenteranno la notizia i nostri cari politicanti” - continuano i ragazzi - “Perché la verità è che siamo noi la vera novità di questa campagna elettorale! Mentre tutti i partiti litigano internamente o tra loro sui leader e sulle coalizioni noi faremo politica davvero. Ci coordineremo in presenza ed a distanza grazie agli strumenti digitali, senza lasciare indietro nessuno e valorizzando le idee di tutti! Ad oggi non abbiamo leader da presentarvi perché tutte le decisioni future verranno prese insieme. Iniziamo oggi a costruire attività ed iniziative, saremo la spina nel fianco di chi crede di poter portare ancora avanti i propri interessi sulla nostra pelle! Il sistema di interessi di chi ha governato negli ultimi anni ha i giorni contati. È tempo di lasciare spazio ai giovani ed a chi ha davvero a cuore il benessere della nostra città. ”

Per aderire all'appello https://goo.gl/ycceVo 

Video popolari

BrindisiReport è in caricamento