rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021

I ragazzi dell’Aipd incantano il teatro Verdi con "I promessi sposi"

Hanno ottenuto applausi a scena aperta i ragazzi portatori di sindrome di down (e non solo) dell’Aipd (Associazione italiana persone down) Brindisi che venerdì scorso (4 maggio), in un gremito teatro Verdi, hanno fornito una magistrale interpretazione de “I Promessi Sposi – Opera Moderna”, una rivisitazione di Michele Guardì del romanzo di Alessandro Manzoni.

Gli attori hanno incantato il pubblico per due ore e mezza, regalando forti emozioni. Lo spettacolo è il frutto del Laboratorio Teatrale 2017-2018.  L’Associazione è riuscita, grazie a questo progetto, a circondarsi di volontari di tutte le età, dai 6 ai 70 anni, che hanno consentito l’utilizzo della tecnica dell’Angelo Custode, secondo la quale ciascun ragazzo è affiancato, dentro e fuori dalla scena, da un vero e proprio angelo, attore anch’egli, che  funge da guida per la persona durante tutto lo spettacolo. 

Per non parlare di chi ha prestato le proprie voci per la registrazione della colonna sonora, tratta dall’originale di Guardì e re-interpretata da volontari ed operatori, dilettanti e professionisti, tra cui citiamo il Maestro e Vocal Coach Emanuele Martellotti, nei panni di Don Rodrigo. Il tutto è stato reso possibile dal Cag Brindisi per i Giovani, che ha messo a disposizione la propria sala di registrazione, e per i cantanti, e per i dialoghi dei ragazzi.

Ai vari contributi si aggiungono aziende, che hanno collaborato alla realizzazione della scenografia, sarte, artisti e ballerini, tra cui il coreografo Gerardo Longo, che ha prestato il suo talento, offrendo un tocco professionale alle parti danzate.
Nella video intervista a corredo dell’articolo, le dichiarazioni di Francesca Fonseca dell’Aipd Brindisi. 

Video popolari

I ragazzi dell’Aipd incantano il teatro Verdi con "I promessi sposi"

BrindisiReport è in caricamento