Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il porto di Brindisi stadio della motonautica”: presentata l’Adriatic Cup

 

Per il sesto anno di fila, il porto di Brindisi, da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio, si trasformerà in uno stadio della motonautica: l’unico in Italia, uno dei pochi del mondo. Le moto d’acqua, gli hydrofly, la Formua junior Gt e il match race regaleranno spettacolo sullo specchio d’acqua compreso fra il lungomare Regina Margherita e la banchina del rione Casale su cui si staglia il Monumento al Marinaio. Tutto questo nell’ambito dell’Adriatic Cup, manifestazione griffata Federazione italiana motonautica e Circolo nautico porto d’Oriente che quest’anno andrà a braccetto con l’evento “I Sapori del Mediterraneo”, organizzato dall’associazione “Puglia Insieme si Può”, all’insegna dei prodotti tipici locali e della musica.

Le due manifestazioni sono state presentate stamani nel corso di una conferenza stampa che si è svolta presso i porticciolo turistico, in presenza dei due organizzatori delle due iniziative, Giuseppe Danese del Circolo Nautico Porta d’Orient e Fabio Pochi di “Puglia insieme si può”, oltre al presidente dell’Autorità di sistema portuale, Ugo Patroni Griffi, al commissario straordinario del Comune di Brindisi, Ugo Patroni Griffi, al presidente giovanile della Federazione Italiana motonautica, Antonio Schiano Di Cola. E poi sono intervenuti il presidente della Camera di commercio Brindisi, Alfredo Malcarne, e un rappresentante di Puglia Promozione.

Moto d’acqua

Campionato italiano moto d’acqua  2108. I piloti, di ognuna delle 8 categorie diverse che esistono in questa disciplina, si sono misurati e si misureranno nelle due manches previste, la prima al sabato e la seconda alla domenica.

Molte le novità di quest’anno per il Campionato 2018  volute dal Presidente della Commissione Moto d’Acqua Giorgio Viscione e dal Presidente della Federazione Italiana Motonautica Vincenzo Iaconianni.  I due tipi di moto d’acqua che partecipano nelle diverse categorie sono: Ski e Runabout, ognuna delle quali si divide in classi e discipline diverse a seconda delle modifiche apportate alla moto ed al motore, secondo quanto previsto dai Regolamenti vigenti; 

I circuiti previsti

Ski circuito – Moto d’acqua che si guidano in piedi; sono sicuramente le più tecniche da guidare, occorre un eccellente allenamento fisico e tanto equilibrio per essere un talento. Velocità oltre 100 km/h.
Runabout circuito – Moto d’acqua decisamente più grandi e potenti che si guidano da seduti. Sono le più diffuse in quanto utilizzabili anche da due persone, ovviamente solo nell’uso diportistico.
Velocità oltre 130 km/h.
Free style – Il vero spettacolo del settore, evoluzioni sempre più incredibili da parte dei piloti più esuberanti di tutto il Campionato; la loro esibizione raccoglie migliaia di persone sia dal vivo sia sui social.
Endurance – Questa è la più dura delle discipline, i piloti si sfidano con moto d’acqua da 130 km/h in circuito basato esclusivamente sulla velocità e sulla durata; partecipano a questa categoria i piloti più allenati e pronti a resistere contro ogni avversità. 

Campionato italiano hydrofly

Quest’anno il Campionato Italiano di Hydrofly, che lo scorso anno si è disputato in una tappa unica a Brindisi, ha visto i piloti di questa disciplina, sfidarsi in due tappe: la prima a Polignano a Mare, dall’11 al 13 maggio e  la seconda si disputerà a Brindisi (30 giugno-1 luglio). 

Il debutto dello scorso anno del Campionato Italiano Hydrofly, proprio a Brindisi, in tappa unica  ha sortito un risultato talmente elevato, degno di uno sport federale, che quest’anno ha spinto la Federazione attraverso la Commissione Hydrofly, presieduta sempre da Giorgio Viscione, ad organizzare due tappe.  Tutto questo ha visto crescere anche il numero dei piloti in gara che quest’anno si sono triplicati. 
Hydrofly disciplina di sport, disciplina di freestyle, disciplina di spettacolo, disciplina importantissima per la crescita delle nuove leve, per la Federazione e per tutto il circuito. Quest’anno anche il regolamento dell’Hydrofly ha subito dei cambiamenti, dando sempre maggiore attenzione ai piloti, alle esibizioni ed alla sicurezza, elemento quest’ultimo basilare per la Federazione Moto Nautica attraverso la persona del Presidente Iaconianni che della sicurezza ne fa sempre tesoro , mettendolo come elemento basilare della sua politica federale.  

GT15

Torna per il sesto anno consecutivo il Campionato Italiano di GT15, un’autentica vetrina dedicata alle giovani promesse della Motonautica Mondiale.

Trofeo Coni

Per l’attività Giovanile vengono utilizzati mezzi divertenti per i giovani e sicuri nello stesso tempo. Sono gommoni con guida a barra alimentati da un motore fuoribordo con potenza tra 6 e 8 cavalli che vengono guidati insieme ad un istruttore. Le competizioni sono riservate ai ragazzi/ragazze dagli 8 o ai 18 anni compiuti provenienti da Società e da Scuole Motonautiche riconosciute annualmente dalla Federazione Italiana Motonautica. Vengono svolte, ogni anno, gare di Campionati Regionali, Campionati Italiano e Campionati Internazionali in tutta Italia.

Match Race

Questa è una novità dell’edizione 2018 due gommoni della FIM con a bordo due persone di equipaggio che potranno essere diportisti o curiosi che vorranno cimentarsi in questa disciplina. Sarà sufficiente avere dimestichezza nella giuda per oltre essere tesserati con la FIM al momento dell’iscrizione.  Competizione per principianti (Palermo, Brindisi, Napoli)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento