rotate-mobile

Ecco le navi Grimaldi a emissoni zero: svolta green per il porto di Brindisi

Stamattina entrano in servizio le navi ro-ro Eco Catania ed Eco Livorno, sulla tratta Ravenna-Brindisi-Catania

I nuovi traghetti “Eco” della Grimaldi sono stati tenuti a battesimo stamattina (lunedì 1 novembre) presso la banchina Punta delle Terrare di Costa Morena Est. Eco Catania ed Eco Livorno, navi ro-ro hybrid a emissioni zero, sostituiranno da oggi la Eurocargo Sicilia e la gemella Eurocargo Catania, sulla rotta Ravenna-Brindisi-Catania.

Nave Eco Catania-2

L’evento è stato celebrato dal presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, e dall’armatore Guido Grimaldi (Gruppo Grimaldi), nell’ambito di una cerimonia cui hanno partecipati numerose autorità locali. Si tratta di due navi di nuovissima generazione che utilizzano carburante fossile durante la navigazione ed energia elettrica durante la sosta in porto. Sono le più grandi nel Mediterraneo, con una capacità di carico di 500 trailer, rispetto agli attuali 300/340 delle navi Eurocargo.

Eco-Catania ed Eco-Livorno sono larghe 34 metri, hanno un tonnellaggio lordo di 64.000 t., e battono bandiera italiana; aumenta notevolmente la lunghezza rispetto alle due sorelle: si  passa,  infatti, dai pur rilevanti 220metri  delle due vecchie Eurocargo, a 238 metri. Ciò comporta  un incremento notevole della capacità di carico; infatti, le  due nuove Ro-Ro  sono capaci di trasportare oltre 7.800 metri lineari di merci rotabili ciascuna, pari a circa 500 trailer (oltre a 180 automobili); mentre, le Eurocargo potevano ospitare 250 semirimorchi. È, infatti, raddoppiata la capacità di carico dei garage delle due nuove navi, rispetto a quella delle più grandi navi attualmente operate dal gruppo Grimaldi ed è triplicata rispetto alla generazione precedente di navi Ro/Ro, nonostante consumino lo stesso quantitativo di  carburante a parità di velocità: ciò significa un'efficienza raddoppiata misurata in consumo / tonnellata di merce trasportata.

Patroni Griffi ha rimarcato come l'unica banchian in cui attualmente le navi Eco possano attraccare sia quella di Punta delle Terrare. In futuro, una volta completato il pontile a briccole, saranno complessivamente a disposizione tre ormeggi. Il presidente ha inoltre manifestato la necessitò di puntare sull'elettrificazione delle banchine, per dare la possibilità a tutte le navi che puntano sull'ibrido. di poter ormeggiare a Brindisi. 

Si parla di

Video popolari

Ecco le navi Grimaldi a emissoni zero: svolta green per il porto di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento