Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le avventure di un navigatore solitario: l'intervista a Francesco Cappelletti

 

Decine di persone hanno ascoltato a Brindisi, il racconto del 39enne toscano Francesco Cappelletti, che l'1 luglio prossimo parteciperà all'edizione della più difficile delle regate in solitaria, la Golden Globe Race, ponendogli delle domande. L’incontro è stato organizzato organizzato dal Circolo della Vela con la sua scuola e l’istruttore Mauro De Felice, e con la Fondazione “Dal Mare” di Taranto e Alessandro Maruccia. 

La Golden Globe Race compie 50 anni proprio quest'anno, impegnerà 25 velisti tra i quali una donna, che per nove mesi e 30mila miglia si confronteranno con i mari più duri del mondo, quelli che separano i continenti africano, australiano e americano dall'Antartide, in una corsa senza scalo e senza strumenti di navigazione satellitare, doppiando prima il Capo di Buona Speranza dopo aver disceso l'Atlantico, quindi Capo Leewin e infine Capo Horn, per poi tagliare il traguardo davanti allo stesso porto di partenza, Les Sables d'Olonne in Francia.

Queste sfide richiedono il sostegno di tanti sponsor, anche piccoli: tutto può essere utile per sostenere la preparazione della barca di Francesco Cappelletti, che ha lanciato un vero e proprio crowfounding. Chi contribuirà avrà il suo nome impresso su uno dei due alberi del ketch di appena 11 metri con cui il navigatorio solitario italiano affronterà la regata.

www.francescocappelletti.com - thalassobiote@gmail.com - +39 335 7371958

Social: @francescoceanrace  - Hashtag: #francescoceanrace

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento