rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021

Mini bolidi sfrecciano al Cillarese: alla scoperta dell'automodellismo

Domenica 19 agosto ha avuto luogo presso la località balneare di Lendinuso, marina  di Torchiarolo, un evento realizzato dall’associazione Modellismo Brindisi. Protagonisti della kermesse sono stati 15 piloti alla guida di automobiline elettriche telecomandate, i quali hanno animato una piazza gremita di spettatori attenti e partecipi.

Si tratta dei piloti dell’associazione Modellismo Brindisi, nata nel 2015 e composta da appassionati di tutte l’età che si allenano e si incontrano presso il miniautodramo del parco Cillarese di Brindisi.

Noi di Brindisireport abbiamo incontrato il presidente Giuseppe Strippoli e due giovani piloti Simone Strippoli e il promettente Francesco Fiani che parteciperà al campionato italiano l’8 e 9 settembre. Giuseppe Strippoli ci racconta qualcosa di quest’attività, che spesso unisce genitori e figli, allontana i ragazzi dalla piaga della solitudine avvicinandoli ad una sana competizione.

Pubblichiamo di seguito un intervento in cui Giuseppe Strippoli spiega il fenomeno del modellismo.

L'automodellismo è una disciplina sportiva con regolamenti di gara federazioni nazionali e disciplinari tecnici ma di fatto si presenta come gioco, anzi, eterno gioco che non ha età e non discrimina chi ha delle disabilità. È una sintesi tra capacità di guida e abilità tecniche, insomma è essere allo stesso tempo pilota, team menager e meccanico e molte altre cose.

Per praticare questo sport in sicurezza e con soddisfazione è indispensabile un impianto pensato con questa finalità. Prima del miniautodromo del parco gli appassionati brindisini si rivolgevano a strutture di provincia o anche di extraregione, impianti che nascevano e morivano in base agli interessi economici di negozianti o agli sforzi mal ripagati di gruppetti di appassionati.

L'idea di richiedere di poter realizzare la pista nel parco cittadino nasce proprio dalla consapevolezza (chi vi scrive ha davvero tanti anni di pratica di questo hobby) che solo un impianto pubblico, centrale ed inserito in un contesto attrattivo poteva far sopravvivere alle difficoltà di gestione una simile impresa. E così è stato, il numero di tesserati è cresciuto e questo ha permesso di far fronte alle spese per la gestione e manutenzione dell'impianto, ci siamo dati regole interne con turni di cura della zona di parco che occupiamo.

In definitiva la nostra soddisfazione nasce dal fatto che pensiamo, con il nostro movimento, di animare un contesto meraviglioso come il parco del cillarese con una attività compatibile con le finalità dello stesso: i nostri automodelli sono elettrici, non emettono ne rumore ne inquinanti.

Ci piacerebbe, ma è uno sforzo che vorremo condividere con la nuova amministrazione comunale, che l'impianto diventasse con un progetto un vero e proprio arredo del parco ben inserito dal punto di vista dell'impatto visivo e che tenesse conto della ecosostenibilità, insomma un qualcosa di unico e da modello per altre iniziative, ma secondo noi perfettamente realizzabile.

E questa convinzione di proseguire su una strada apprezzata è supportata dal pubblico che passeggiando nel parco trova qualche momento di svago nel fermarsi a guardare, per non parlare di quando un ragazzino con il padre si avvicina timidamente per rivolgerci delle domande su come iniziare e vedere lo scintillio negli occhi di entrambi, non ha prezzo...probabilmente avremo tolto un altro ragazzo dalla schivitù di tablet e pc dirigendolo verso una attività più manuale, didattica e tecnica che in più si svolge all'aria aperta e in cui padre e figlio trovano punti di incontro diversamente trovabili sulla tastiera di un computer.

Anche per quest'anno presenteremo il calendario dell'attività sportiva chiedendo come sempre il patrocinio ed autorizzazioni al comune.

Nel breve volgere dell'attività sportiva della nostra associazione abbiamo già ragiunto piccoli ma importanti successi: per citarne alcuni l'organizzazione del campionato italiano uisp 1/8 buggy brushless presso la pista dell'hotel nettuno in brindisi, con la vittoria del nostro pilota Giacomo Gallone, partecipazione al campionato italiano in più tappe, categoria F2 nitro, per il giovane e promettente Francesco Fiani.

Video popolari

Mini bolidi sfrecciano al Cillarese: alla scoperta dell'automodellismo

BrindisiReport è in caricamento