Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accoltellato in casa: come si è arrivati alla cattura del presunto assassino

La conferenza stampa dei dirigenti della squadra mobile e del commissariato di Ostuni, Rita Sverdigliozzi e Andrea Toraldo

BRINDISI - Sono stati illustrati questa mattina (giovedì 6 maggio) in una conferenza stampa presso la Questura di Brindisi i dettagli dell'attività che ha portato alla cattura - con conseguente arresto - di Damnar Mohamed, 35 anni, marocchino. L'uomo è sospettato di aver ucciso durante una lite, scoppiata per futili motivi, il 39enne connazionale Zouahir El Moustafa. I due erano coinquilini e vivevano con una terza persona, che ha allertato il 118, che a sua volta ha avvisato la polizia.

L'articolo completo sul caso

E' stato chi ha coordinato le operazioni, cioè il vice questore Rita Sverdigliozzi della squadra mobile di Brindisi e il dirigente del commissariato di Ostuni Andrea Toraldo, a spiegare come si è giunti a bloccare Mohamed, su un pullman in partenza da Bari verso il Nord Italia. Damnar Mohamed è stato portato quindi nel carcere di Bari. Insieme alla Procura di Brindisi (pm Paola Palumbo) procede anche la Procura del capoluogo pugliese, pm Quercia.

Si parla di

Video popolari

Accoltellato in casa: come si è arrivati alla cattura del presunto assassino

BrindisiReport è in caricamento