Covid, uno dei primi pazienti: "Non dimenticherò l'affetto di medici e infermieri"

Agostino Carparelli si è contagiato nella prima ondata ma ha vinto la sua battaglia contro il coronavirus

OSTUNI - Era il 25 marzo di un anno fa quando Agostino Carparelli, medico chirurgo di Ostuni, ha accusato i primi sintomi del Coronavirus. I ritardi nel tampone, la corsa al pronto soccorso della Città Bianca e poi il ricovero, prima al Perrino e poi nel post Covid di Mesagne: 45 giorni tra sofferenza e solitudine, la paura, il sorriso e il conforto del personale ospedaliero. Nei suoi ricordi ripercorre quei giorni, tra le videochiamate con la famiglia, le lacrime dei parenti di chi non ce l'ha fatta ma, anche, la gratitudine dei commercianti di Mesagne e del sindaco Toni Matarrelli. Oggi Agostino è, definitivamente, guarito e non vede l'ora di tornare a lavorare ma lancia un messaggio a chi, ancora, sottovaluta la pericolosità del virus. 

Si parla di

Video popolari

Covid, uno dei primi pazienti: "Non dimenticherò l'affetto di medici e infermieri"

BrindisiReport è in caricamento